Carlotta De Rossi, il ricordo del padre della ragazza: “Era luce”

Villorba, il gravissimo incidente stradale sulla strada della Marca, Carlotta De Rossi ha perso la vita, aveva 18 anni ed era originaria di Fontane, era la figlia di un panettiere, è morta sul colpo dopo lo schianto avvenuto in Via Trieste.

 

Il padre la ricorda come una “luce per tutte”, intorno alle 1.30 della notte, Carlotta e i suoi tre amici stavano rientrando da  una festa a bordo di una Ford Fiesta, percorrevano via Trieste, proprio a 200 metri da casa della ragazza in Via Po’, l’auto a causa di un malore improvviso del conducente uscirà di strada per poi schiantarsi nel fossato.

Villorba, lo sfogo del padre di Carlotta: "Era luce" (Screenshot)
Villorba, lo sfogo del padre di Carlotta: “Era luce” (Screenshot)

La vettura carambola nella carreggiata, in questo momento il violento impatto farà sbalzare fuori dal finestrino la ragazza 18enne per poi precipitare nell’acqua gelida, gli amici erano un 20enne e una 19enne, sono rimasti lievemente feriti, una volta liberati dalle lame dell’auto sono corsi in fondo al fossato per far respirare Carlotta.

Purtroppo per la ragazza 18enne non c’è stato nulla da fare, alla guida dell’autovettura c’era Marco Dussin il falegname di 20 anni e nipote dell’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune d’origine.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Carlotta De Rossi morta nell’incidente stradale: chi era la studentessa

Villorba, il conducente 20enne dopo l’impatto è risultato negativo al test dell’alcol

La procura di Treviso aprirà un fascicolo a suo carico per omicidio stradale, nella città nessuno commenta la tragedia e tutti si celano dietro un silenzio straziante, nella frazione di Fontane tutti conoscevano Carlotta.

Suo padre Roberto ha un panificio nella Piazza Cadorna, proprio dietro la Chiesta Fontane, qui durante l’estate sua figlia aiutava i genitori con qualche lavoro dietro il bancone.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Incidente nella notte, schianto frontale: quattro le vittime

Proprio tra quelle strade, tra quei bar e quelle piazze, si sono disseminati i ricordi di Carlotta, una ragazza dalla porta accanto, semplice e solare, proprio come la ricorda suo padre, la quale riusciva contagiarti con il suo sorriso.

La ragazza 18enne faceva parte anche di alcuni gruppi parrocchiali ed era molto appassionata di moda, tramite il suo sorriso riusciva a contagiare tutti, in paese era riconosciuta per la sua solarità e bontà d’animo, la sua semplicità non passava inosservata.