Morte Ilaria e Nicholas in incidente, ci sono due indagati

Morte Ilaria e Nicholas a Pellezzano, l’accusa per un amico delle vittima è omicidio colposo: la ricostruzione

Nicholas Galluzzi, 18 anni, e Ilaria Bove, 15 anni, sono le vittime dell’incidente avvenuto a Capodanno a Pellezzano, vicino Salerno, La Procura dei Minori della città campana ha iscritto nel registro degli indagati un altro giovane, amico delle vittime.

Nicholas e Ilaria, le vittime dell’incidente di Pellezzano (foto Facebook)

La morte dei due ha gettato nel dolore l’intera comunità anche per il drammatico dettaglio di Francesco, volontario dell’Avis e fratello di Ilaria, che si è recato sul posto per prestare soccorso e ha trovato la sorella in fin di vita. Lui stesso ha provato a rianimarla ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pellezzano: chi sono le 2 giovani vittime del tragico incidente di Capodanno

Forse la causa dell’incidente è stata una sfida tra i due ciclomotori, scrive corriere.it nel dare la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati dell’amico a bordo dell’altro motorino che aveva immediatamente lanciato l’allerme e chiamato i soccorsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidente con la Porsche per il giocatore della Roma: le sue condizioni

Morte Ilaria e Nicholas, perché si indaga per omicidio

Secondo i carabinieri della compagnia di Mercato San Severino e della stazione di Pellezzano – riporta sempre il Corriere – pare siano stati trovati segni lasciati dai due mezzi che facciano pensare a una gara di velocità.

Francesco insieme alla sorella (foto Facebook)

La persona indagata era a bordo con un’altra amica. Entrambi sono ricoverati nello stesso ospedale dove si trovano le salme delle vittime e non sono in gravi condizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terry D’Auria morta dopo le dimissioni: il giallo della giovane

Nella mattinata di martedì 4 gennaio sarà dato incarico per l’autopsia sui corpi dei due giovani. Oltre all’indagine per omicidio colposo della Procura dei Minori, c’è anche quella della Procura ordinaria.