La Casa di Carta, arriva il clamoroso spin-off: ecco di che cosa si tratta

La Casa di Carta è finita da meno di un mese e già si rincorrono voci sui possibili spin-off, di uno Netflix Asia ne ha mostrato in anteprima il teaser

In realtà più che di uno spin-off si tratta di un vero e proprio remake anche se rivisto e corretto. Scopriamo tutti i dettagli

La Casa di Carta

La Casa de Papel, in italiano La Casa di Carta, è stata una delle serie televisive più amate degli ultimi cinque anni. Lanciato dalla televisione spagnola Antena 3 il 23 maggio del 2017 è diventato negli anni un fenomeno artistico entrando nel linguaggio comune e nel costume a livello mondiale.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Alvaro Morte de La casa di carta: “Come resisto al cancro”

Lo scorso dicembre è andata in onda la seconda parte della quinta stagione, quella finale. Ovviamente non facciamo cenno a come è finita ma di certo possiamo anticipare che si sono rincorse diverse voci su un possibile spin-off.

Money Hist la nuova versione de La Casa di Carta

Molti danno per certa una serie tv basata sul personaggio di Berlino, cosi come è molto quotata la possibilità di uno spin-off sul personaggio di Alicia Sierra. E’ addirittura partita una mega petizione on-line.

—>>> Leggi anche: Berlino, spin off La Casa di Carta: chi è l’attore Pedro Alonso

Al momento sono solo voci anche se un fatto concreto c’è. La notte a cavallo tra martedì 18 e mercoledì 19 gennaio Netflix Asia ha messo online su youtube il teaser di Money Heist, una serie liberamente ispirata, molti lo indicano come un remake, altri come uno spin-off della serie madre, a La Casa di Carta.

Di certo al momento si sa poco. Il teaser è esplicito il tanto che basta ad incuriosire gli spettatori, ma sui dettagli della trama c’è riserbo assoluto. Sappiamo che il protagonista è un “Professore” e che alle sue dipendenze c’è una “Gang” ma la narrazione è tutta da scoprire.

La certezza è il richiamo alla serie madre e l’adattamento del linguaggio e della scenario alla cultura ed al pubblico asiatico. Una certezza c’è però e  sono le parole di Alex Pina l'”inventore” e produttore de La Casa di Carta.

“E’ affascinante – sottolinea Pina – che La Casa de Papel abbia attratto creatori coreani”. Cosi come è affascinante che, dopo Squid Game, la produzione coreana stia attraversando a grandi passi i confini continentali per essere seguita ed apprezzata dal pubblico occidentale.