Gambe gonfie, se non passano così controlla SUBITO questo valore

Il caldo può spesso causare gambe gonfie e dolenti. Nel caso in cui non passino nel giro di qualche giorno, però, c’è un valore da controllare

Gambe gonfie
Gambe gonfie (Pexels)

Il caldo, i pantaloni stretti o le scarpe scomode sono solo alcuni dei fattori che possono causare il gonfiore alle gambe. Molto spesso, infatti, a scatenare questo fastidioso sintomo è una concatenazione di diverse cause che vanno a intricarsi tra di loro. Spesso è lo stile di vita alla base del problema: cambiando qualche abitudine, senza stravolgere la propria quotidianità, si può avere un grande sollievo.

Se, però, neanche con le giuste accortezze si vedono i risultati, allora può essere utile rivolgersi a un medico. In particolare, è necessario fare un preciso controllo: la causa potrebbe essere più profonda di quel che sembra.

Gambe gonfie: misurate questo valore

Gambe Gonfie
Gambe Gonfie (pexels)

La prima causa delle gambe gonfie va ricercata nell’accumulo di fluidi a livello dell’arto inferiore, la cosiddetta ritenzione idrica. Per affrontare questo fastidio si possono adottare tutta una serie di strategie che aiutano a drenare i fluidi in eccesso. Innanzitutto fa bene fare sport e fortificare i muscoli, soprattutto della parte superiore: l’allenamento di schiena e braccia, infatti, richiama dalle gambe sangue e liquidi, aiutando il ritorno venoso.

Secondariamente, è buona pratica quella di evitare di stare immobili per lungo tempo. Di notte, quando si sta sdraiati per molte ore, si può mettere un cuscino sotto ai piedi in modo da favorire il ritorno venoso. Un altro valido aiuto può essere quello delle creme a effetto freddo che, applicate con un massaggio dal basso verso l’altro, favoriscono la buona circolazione.

Se, però, nessuno dei rimedi sembra minimamente funzionare, allora la questione può essere più profonda. Uno dei valori da controllare assolutamente in caso di gambe gonfie è quello della pressione. Uno dei sintomi della pressione alta e del colesterolo, infatti, è la cattiva circolazione. Questa può causare vene varicose, crampi e gambe gonfie ma può portare sino alla cancrena. Un semplice controllo della pressione, quindi, può escludere con certezza questo tipo di malattie, spesso silenziose ma estremamente invalidanti.

In ogni caso, prima di giungere a qualsiasi conclusione affrettata, è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per affrontare la questione delle gambe gonfie con precisione e ad ampio spettro. In questo modo, si potranno fare tutti i controlli necessari e si potrà pensare a una strategia d’azione mirata e funzionale al problema specifico del paziente.