Attività sportiva, una cosa che tutti ignorano: se commetti questo errore rischi di farti malissimo

L’attività sportiva in molti casi consente di recuperare forma fisica e mentale. Attenzione, però, in alcuni casi può essere nociva!

attività fisica
attività sportiva (fonte pexels)

Ormai è conclamato: l’esercizio fisico ci permette di sfogare lo stress in esubero della vita quotidiana, permettendoci al contempo di migliorare l’umore, il tono muscolare e i riflessi del nostro corpo.

Una corsa a fine giornata può avere effetti distensivi e coadiuvanti per il buon umore, così come un’impegnativa sessione in palestra, o la più classica partita a calcetto. In alcuni casi, però, l’eccesso di attività sportiva può avere ripercussioni anche gravi per il nostro organismo, vediamo perché.

Attività fisica: sì, ma entro certi limiti

attività sportiva
attività sportiva (fonte pexels)

Lo sport rappresenta certamente una panacea per molti mali, ma occorre praticarlo con criterio e senza strafare: allenamenti troppo intensivi possono compromettere la nostra salute. L’attività fisica infatti influisce sulla produzione di cortisolo, il cosiddetto ‘ormone dello stress’. Tale sostanza viene prodotta in concomitanza con situazioni di forti pressioni fisiche e psicologiche. Le sovra-produzione di tale ormone può interferire con l’umore, provocandone sbalzi repentini, oppure con la qualità del sonno.

Nelle più giovani, inoltre, l’eccessiva pratica di attività sportiva può dare origine al fenomeno della vigoressia, ovvero l’ossessione per il fisico perfetto. Tale patologia rientra nello spettro delle dismorfofobie, e può indurre il soggetto all’uso costante di steroidi anabolizzanti ed altri integratori potenzialmente nocivi a lungo termine.

L’ossessione per la pratica sportiva può riguardare anche gli over-50: in questa fascia d’età è più facile incorrere in ripercussioni di tipo puramente fisiologico. I rischi di usura, infatti, aumentano, con facile rischio di problemi alle articolazioni e di invecchiamento precoce. Entrambi i processi sono da imputare ad un aumento dello stress ossidativo e dei radicali liberi. Si moltiplicano inoltre a livello esponenziale le occasioni di incappare in infortuni, mentre la muscolatura non riesce a rigenerarsi.

Eccedere con la pratica sportiva, inoltre, può addirittura influire sul tono muscolare. Se gli allenamenti diventano troppo frequenti ed estenuanti, il corpo tenderà ad utilizzare la massa muscolare come riserva di proteine e zuccheri, tenendo come ultima risorsa i tessuti adiposi. In buona sostanza, si tratta di bilanciare con scrupolo il rapporto rischi-benefici: cercate sempre di consultare un esperto di fitness e un nutrizionista, se volete garantirvi un costante benessere fisico.