Fausto Leali, il rapporto con Mina: “Mi ha aiutato molto”

0
483

Il cantante Fausto Leali e il suo rapporto speciale con Mina, due i duetti realizzati insieme: “Fare un pezzo con lei per me ha significato tanto”.

La copertina del singolo “Via di qua”

Tra gli ospiti della trasmissione Una storia da cantare, in onda in replica questa sera su Raiuno, c’è anche Fausto Leali. Il personaggio che verrà omaggiato stasera è Mina, la ‘tigre di Cremona’ e proprio con lei il cantante di ‘Mi manchi’ ha un rapporto davvero speciale. Siamo negli anni Ottanta e lui sta attraversando una crisi professionale. Riceve la telefonata di Mina e insieme incidono ‘Via di qua’, brano poi diventato sigla dell’ultimo ciclo della trasmissione televisiva Trent’anni della nostra storia.

Leggi anche –> Chi è Massimiliano Pani? Figlio e compositore della cantante Mina

Mina e Fausto Leali: un’amicizia di lungo corso

A proposito di quel duetto, che anticipò poi un grande successo di Fausto Leali come ‘Io amo’, il cantante ha ricordato in un’intervista a ‘Verissimo’: “Essere chiamato da Mina per fare un pezzo con lei per me ha significato tanto, mi ha risollevato soprattutto moralmente”. Mina, una ventina di anni dopo, ricambia il favore al cantante: insieme infatti duettano in A chi mi dice, adattamento italiano del brano Breathe Easy dei Blue, scritto da Tiziano Ferro e pubblicato dalla boyband nel 2004.

Fausto Leali ha spiegato a Vanity Fair: “Mina e io abbiamo un rapporto per cui se lei mi vede in tv, mi scrive. Mi fa i complimenti, mi chiede se il pezzo l’ho scritto io, mi chiede perché non ne scrivo uno così bello anche per lei”. Quindi ha raccontato un aneddoto di diversi anni fa, con una telefonata che arrivò al cantante: “Anni fa è addirittura capitato che sia stata lei ad accorgersi che in un programma di Carlo Conti, Ciak si canta, fosse andata in onda la voce del corista che aveva registrato la base della canzone e non la mia, per errore. Mi ha telefonato subito”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here