Olanda – Italia, dove vedere la gara, probabili formazioni e precedenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29
0
192

Olanda – Italia, valida per la seconda sfida della Nations League, avrà inizio alle 20.45. Ecco dove seguire il match: precedenti favorevoli agli azzurri

Olanda - Italia
Roberto Mancini (Getty Images)

Olanda – Italia, valida per la seconda sfida della Nations League, stasera si giocherà al Cruijff Arena di Amsterdam e avrà inizio alle 20.45. I ragazzi del Ct Roberto Mancini sono chiamati alla vittoria dopo il pari interno a Firenze venerdì contro la Serbia. Nella prima sfida, invece, gli orange hanno battuto la Polonia e ora guidano il girone.

La gara sarà trasmessa in chiaro su RaiUno ma sarà visibile in streaming anche si RaiPlay, sul sito o app.

Sfida dal grande fascino che soprattutto per i più grandi non può non far venire in mente quella famosa semifinale di ormai vent’anni in occasione degli Europei del 2000. Allora i ragazzi di Zoff volarono in finale dopo una gara incredibile e al cardiopalma decisa ai rigori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, varato il Calendario 2020-2021: scarica il pdf con tutte le giornate

Olanda – Italia, i precedenti sorridono agli azzurri

Ma quale sarà l’undici iniziale scelto stasera da Mancini? Fino a ieri sui siti e sul social sono state proposte varie formazioni ma quella che dovrebbe scendere in campo, secondo l’ipotesi più accreditata, sarebbe formata dal tridente con Zaniolo, Immobile e Kean. Locatelli, Jorginho e Barella dovrebbero formare la linea di metà campo con in difesa, a guardia di Donnarumma tra i pali, Di Lorenzo a destra, Bonocci e Chiellini al centro e Spinazzola a sinistra.

Sono ventuno i precedenti tra Italia e Olanda e le statistiche storiche sono favorevoli agli azzurri. Nove vittorie, nove pari e appena tre i successi olandesi (ultimo in occasione in Euro 2008). Un altro precedente favorevole all’Italia per stasera: ad Amsterdam la nostra nazionale non ha mai perso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Marina Berlusconi positiva al coronavirus: le condizioni