Elena Scaini: marito ucciso a coltellate, poi la fuga e il tentato suicidio

0
127

Arrestata una donna di Mantova, Elena Scaini, reo confessa di un brutale omicidio: marito ucciso a coltellate, poi la fuga e il tentato suicidio.

Elena Scaini

Ha ucciso il marito, quindi si è data alla fuga, rifugiandosi nella stanza di un ostello di Pavullo del Frignano, nel modenese. Qui ha chiamato poi il 112 confessando e provando poi a togliersi la vita con un cocktail di farmaci. L’hanno fermata in tempo, Elena Scaini, 53 anni, da oltre un mese seguita dal Cps (Centro psico sociale) di Mantova. In un primo momento, i militari dell’Arma dei Carabinieri pensavano che la donna fosse in preda alle allucinazioni.

Perché Elena Scaini ha ucciso il marito: la ricostruzione e il movente

Il riscontro è stato quando sono andati nella casa di via Mozart, a Mantova, dove marito e moglie abitavano, insieme all’anziana madre di lui. La donna di 79 anni era viva, suo figlio, Stefano Giaron, 51 anni, operaio della cooperativa Hike, l’hanno trovato privo di vita nel letto, con diverse coltellate inferte e rivelatesi mortali. Stanotte il fermo della donna ritenuta responsabile della morte del marito. Ha spiegato tutto la donna, confessando il delitto, legato a un contesto familiare difficile. Sull’uomo verrà effettuata l’autopsia.

Il delitto di Stefano Giaron da parte della moglie Elena Scaini sembra risalire a 3 giorni fa: quel giorno è stata infatti vista sotto casa, che preparava la fuga, da alcuni vicini. Da qualche mese, la coppia si era trasferita in un appartamento di proprietà comunale, costretti, per motivi economici, a lasciare la loro vecchia casa. Ci sarebbe dietro una storia tremenda: un matrimonio che si è lentamente sgretolato a causa delle difficoltà economiche, ma anche della convivenza forzata con l’anziana madre di lui e quanto pare dall’abuso di alcol. Fino a qui il movente della tragedia, ma resta il mistero su cosa sia accaduto in quella casa nei giorni scorsi.

Leggi anche –> Incidente a Ferrara, auto nel canale: c’è una vittima

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here