Milan-Verona, dove vederla. Rossoneri per la fuga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25
0
104

Pioli vuole allungare in classifica, ma l’Hellas è la miglior difesa del campionato

Milan-Verona, dove vederla

Milan-Verona, dove vederla

 

Milan-Verona, dove vederla – Dopo il passo falso di Lille, partita di Europa League nella quale i rossoneri sono completamente scomparsi, Stefano Pioli carica i suoi per il posticipo che, dopo il pareggio del Sassuolo con l’Udinese, potrebbe valere un ulteriore vantaggio in classifica. Una minifuga che però deve passare dal Verona di Ivan Juric, una squadra dall’andamento positivo in Serie A in virtù di una difesa di ferro, anche senza Kombulla, acquistato dalla Roma la scorsa estate. Per far breccia nella porta di Silvestri i rossoneri si affideranno ancora una volta al loro totem Zlatan Ibrahimovic, carico e arrabbiato il giusto dopo la netta sconfitta con i giovani francesi di Gaultier. L’allenatore rossonero tornerà al suo classico 4-2-3-1, con Leao e Saelemaekers dal primo minuto a supportare lo svedese in avanti. Donnarumma tra i pali dovrà fermare Kalinic, l’ex che Juric vuole mettere in campo da subito. La diretta tv sarà su SkySport 201, 202 e 251 dalle 20:45, mentre al Meazza arbitrerà Guida di Torre Annunziata.

Qui Milan

Ora il diavolo non può più nascondersi. «Gli avversari ora ci conoscono, da ora in poi ogni partita sarà una prova di maturità», queste le parole di Pioli alla conferenza stampa della vigilia. Il tecnico rossonero non si fida dell’Hellas, ma sa che ogni partita è decisiva, se si vuole continuare a inseguire il sogno scudetto o almeno raggiungere l’obiettivo di un piazzamento in Champions League alla fine dell’anno. «Le critiche a Romagnoli sono state eccessive, come purtroppo capita spesso nel mondo del calcio», questa invece la difesa al suo difensore, che dal rientro in campo non è mai stato brillantissimo quest’anno. «I rigori concessi sono stati generosi, ma l’arbitro deve avere l’opportunità di fischiarli».

Qui Verona

La novità negativa, e non in campo, di una squadra che come l’Hellas può giocare la serie A in tutta tranquillità e senza pressione addosso, è al momento quella della positività al Covid-19 del presidente Maurizio Setti. Il patron gialloblù rimarrà in isolamento a casa, lievemente sintomatico. Per il resto quasi tutta la squadra è riconfermata, a eccezione delle assenze importanti di Faraoni, veloso e Favilli. Juric si affida così a Kalinic, che avrà alle spalle Zaccagni e Barak, quest’ultimo fresco di una doppietta contro il Benevento. Ilic e Tameze a centrocampo, mentre la porta quasi inespugnabile di Silvestri sarà difesa da Ceccherini, Lovato e Magnani. L’ambiente è sereno, perciò l’entusiasmo sarà tutto rivolto al mettere in difficoltà i rossoneri, che proveranno a reagire dopo l’ultima sconfitta in coppa.

Potrebbe interessarti anche -> Lazio, i positivi al tampone ci sono davvero

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter