Andrea Cardella: parla con la madre Marina Ripa di Meana

0
630

Ospite di varie trasmissioni televisive, Andrea Cardella sostiene di parlare con la madre adottiva Marina Ripa di Meana.

(screenshot video)

Si chiama Andrea Cardella ed è nato nel 1963: l’uomo è noto perché una decina di anni fa venne adottato da Marina Ripa di Meana e da suo marito Carlo Ripa di Meana. Poco si sa dell’infanzia dell’uomo, mentre sicuramente dopo la morte dei suoi genitori sappiamo che con la sorellastra Lucrezia Lante della Rovere ha avuto da ridire. Dopo l’adozione, infatti, tra i due inizialmente le cose andavano piuttosto bene.

Leggi anche: Algero Corretini “Fratellì” è tornato a casa. Sparizione o scherzo?

Cosa dice Andrea Cardella: i “colloqui” con la madre morta

Ma a quanto pare è col passare degli anni che tutto cambia e quando Carlo e Marina muoiono, tra fratellastri c’è più di qualche screzio. Ospitato dal programma televisivo “Domenica Live”, Andrea Cardella confesserà poi di avere molti problemi di natura economica, ma non solo: contesta alla sorellastra Lucrezia la decisione di tenere per sé le ceneri di sua madre. Lo ribadisce anche ospite di Storie Italiane: “Sulle ceneri mi sembra un paradosso. Ora che è morta vuole tenersela stretta ed invece quando era in vita e stava male, la chiamava ma lei era sempre impegnata a fare qualcosa”, dice ai microfoni di Eleonora Daniele.

Non solo: proprio a causa dei problemi economici, l’uomo è costretto a fare il cameriere. E racconta a “Mattino 5” che proprio tornando dal lavoro ha notato delle cose molto strane in casa: “Ho trovato lavoro come cameriere vicino casa, alla sera quando torno parlo al manichino e alla mattina al risveglio trovo la sua risposta. A seconda della posizione del vestito capisco cosa vuole dirmi. Lei è il mio spirito guida”. Autore del libro “Ora ti curo io – ho preso il cancro per le corna“, scritto con Mario Collacciani, sositene anche di aver ricevuto un messaggio dalla mamma adottiva: “L’ho sognata in un posto buio e stretto e che non sapeva come uscirne… Poi ho visto l’intervista a Lucrezia che dichiara di non voler spargere le ceneri di nostra madre, ma di volerle ancora tenere con sè”.