Snai down, da ieri non si può scommettere e agenzie chiuse: che succede?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41
0
121

Snai down, da più di ventiquattr’ore i servizi non funzionano: motivo sconosciuti ma si attende un comunicato

snai

Da ieri, domenica 27 dicembre, non è possibile scommettere sulle piattaforme della Snai. Gli utenti hanno ricevuto il classico messaggio di scuse con l’azienda che dice di essere al lavoro per risolvere il problema, ma qual è? Non è dato saperlo e il mistero si infittisce perché sono passate più di ventiquattro ore.

Nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 28, si saprà qualcosa. Lo ha comunicato la stessa azienda contattata da Computer Magazine. La risposta della Snai è stata che oggi sarà diramato un comunicato stampa dove si spiegherà cos’è successo, anzi, cosa sta succedendo perché il problema sembra davvero grande se dopo più di una giornata ancora non ci sono sviluppi.

Il messaggio di scuse per i disagi non sono bastati. Gli utenti-scommettitori sono inferociti e i commenti non sono dei più carini. Problemi del genere non sono rari, anzi. Poste Italiane, Google, tante grandi aziende subiscono un “down” con i servizi temporaneamente bloccati. Ma ciò che fa insospettire ancora di più è quanto successo alle agenzie fisiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Iscro, la nuova indennità per le partite Iva: come funziona e chi può chiederla

Snai down, attesa per le prossime ore

Non si può scommettere neanche in presenza recandosi presso un centro. Chi si è recato per avere informazioni o puntare, ha trovato le porte chiuse, nel vero senso della parola. Le agenzie, infatti, hanno chiuso i battenti e al momento non c’è ancora nessuna comunicazione ufficiale sui motivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Harry e Meghan bloccano l’uscita dalla Royal Family: i motivi della scelta

La questione è spinosa che dopo tante ore non si hanno comunicazioni ufficiali sui motivi dei disagi (con i centri scommesse chiusi) c’è un comunicato stampa da diffondere nelle prossime ore. Il problema sembra più che serio e ora non resta che attendere delucidazioni.