Raoul Bova: “Ho toccato il fondo”, la drammatica confessione dell’attore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21
0
188

Momenti difficili per Raoul Bova: “Ho toccato il fondo”, la drammatica confessione dell’attore, ecco cosa gli è successo.

(screenshot video)

“Ho toccato il fondo. Ho pianto e ne sono uscito grazie alla mia famiglia”, così in un’intervista di qualche tempo fa al settimanale ‘Nuovo’, l’attore Raoul Bova – oggi ospite della trasmissione ‘Verissimo’ – ha rivelato di aver passato un momento tutt’altro che semplice.

Leggi anche: Raoul Bova, l’ex moglie Chiara Giordano: un altro uomo nella sua vita

Era il 2018 quando se n’è andato il suo papà, nel giro di pochi mesi ha perso anche la sua mamma. Parlando del padre Giuseppe, ha confidato a ‘Vanity Fair’: “Per me era un pilastro. Non parlarci più, anche se ci parlo ancora, mi ha fatto molto male”.

Leggi anche: Rocio Munoz Morales, l’ex fidanzato avvertì Raoul Bova: “Stai attento”

La drammatica confessione di Raoul Bova

Aveva detto ancora Raoul Bova nell’intervista, parlando proprio del padre: “So che lui amava i suoi nipoti, Luna in particolare, e quindi mi vuole forte e sorridente. I contrasti con lui sono stati davvero pochi. Sono stati più i consigli che mi ha dato e le confessioni che gli ho fatto”. Ma momenti difficili sono stati attraversati anche poco dopo la morte della madre: “Stavo girando una fiction per la quale ero dovuto ingrassare” – ha rivelato al ‘Corriere della Sera – “Dopo, in poco tempo, mi sono ritrovato a pesare 110 chili, vuoi per il cortisone, l’eparina. Ero disorientato, non mi riconoscevo”.

Da quel momento in poi, anche grazie al libro “Le regole dell’acqua”, uscito per Rizzoli, per l’attore le cose sono cambiate molto. Ha ricordato infatti: “Il libro è stato una valvola di scarico e rimessa a punto. Mi sono detto: cominciamo a ricordare le cose belle. Era arrivato il momento che il bambino crescesse e diventasse uomo. Ritrovare gli sguardi, le risate, le lezioni dei miei genitori mi ha fatto capire che resteranno per sempre dentro di me”.