Gianna Nannini, “caduta di stile”: critiche alla cantante – VIDEO

“La Tua è una caduta di stile”: lo sdegno dell’ex sostituto commissario della polizia contro Gianna Nannini, le critiche.

(screenshot video)

Dopo essere stata inondata di offese e lamentele riguardo il videoclip della sua ultima canzone, a Gianna Nannini viene indirizzata una lettera direttamente da Flaviano Iuliano. Questi, ex sostituto commissario della Polizia di Stato a Treviso e Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica, ha inviato una lettera alla celebre cantante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Polizia contro Gianna Nannini: “Deve scusarsi”. La cantante risponde

Le scrive in nome di quella categoria che si sente presa di mira dal video nel quale, dei poliziotti incarnati da maiali, malmenano delle persone per terra. Iuliano, anche presidente dell’Associazione nazionale sostenitori “Amici della polizia” (Ansap) è duro nei toni, scosso dalle immagini che, secondo lo stesso ex poliziotto, “ha fatto di tutta un’erba un fascio”, accreditando a tutta la categoria degli errori di alcuni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gianna Nannini, un dramma dietro al segreto della sua voce

Critiche a Gianna Nannini: cosa è successo, le parole durissime dell’ex poliziotto

La cantautrice italiana, lavora da quarant’anni nel campo della musica, e con le sue canzoni fa sold out in tutta Europa. nel 2008 vice al festival di Sanremo la sua canzone Colpo di fulmine, scritta per Giò Di Tonno e Lola Ponce, la quale fa scalpore perché viene subito accusata di plagio anche se la magistratura non si è mai pronunciata in merito. tra i tanti riconoscimenti nel 2012 vince il prestigioso premio Elsa Morante, consegnato da Dacia Maraini, per la “narratività luminosa delle sue canzoni, veicolo di emozioni nel senso più morantiano del termine”.

Ecco le parole con cui Flaviano Iuliano si rivolge alla Nannini: “Cara Gianna, sono un poliziotto in pensione che ha dedicato come te, tutta la sua vita, ad una grande passione: il proprio lavoro. Posso tranquillamente dire che ho sempre apprezzato le tue canzoni e il modo con il quale negli anni hai regalato emozioni. Mi chiedo, e ti chiedo con garbo, come sia possibile che tu possa accettare la diffusione di un videoclip, collegato al tuo ultimo lavoro, nel quale si propaga un messaggio come quello che tutti hanno potuto vedere: l’immagine di poliziotti violenti, con una faccia da maiale. Tu hai sbagliato Gianna, hai sbagliato perché hai fatto di tutta un’erba un fascio. Una caduta di stile la Tua che ti mette sullo stesso piano di quei tanti che hanno scelto di esprimere insulti sui social verso la Tua persona. Cara Gianna, il mio ultimo pensiero mi porta a considerare: sicuramente per me è caduto un mito, al quale, lo dico con semplicità, da oggi in tanti non vorranno più assomigliare”.