Viola Simoncioni, che fine ha fatto l’ex baby star del cinema

0
389

Carriera e curiosità su Viola Simoncioni, che fine ha fatto l’ex baby star del cinema italiano: dagli esordi al ritiro improvviso.

(screenshot video)

Classe 1976, introdotta nel mondo dello spettacolo dalla madre, l’attrice Lida Bonini, Viola Simoncioni ha avuto una carriera davvero incredibile: iniziata a quattro anni, terminò che la ragazza ne aveva appena 21 e di lei di fatto non si è saputo più nulla fino ai giorni nostri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Olga Kent Fuga dei Cervelli: che fine ha fatto, com’è oggi

Dopo la partecipazione al film di Giuseppe Bertolucci Oggetti smarriti, nel 1980, con Mariangela Melato e Bruno Ganz, la bambina approdò in Tv alla quarta edizione di Fantastico nel 1983. Aveva sette anni, l’anno dopo la volle con sé addirittura Pippo Baudo al Festival di Sanremo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Simonetta Stefanelli: ex moglie di Michele Placido, che fine ha fatto

Cosa sapere su Viola Simoncioni: la carriera e il ritiro

Nello stesso periodo, sotto lo pseudonimo di Viola, incise due canzoni che ebbero un discreto successo, soprattutto tra i più piccoli. Erano gli anni in cui le compilation come Bimbomix spopolavano e molti bambini dell’epoca rimasero colpiti dalla loro coetanea, che di fatto era riuscita a sfondare bambina in quel mondo dello spettacolo. L’esperienza discografica durò comunque poco e successivamente Viola Simoncioni si dedicò alla recitazione. Appare nel 1988 nello spot di un noto marchio di calzature francesi.

Nello stesso periodo è nel cast del film Il mistero del panino assassino, girato da Giancarlo Soldi. Due anni dopo, fa parte del cast del film horror Il gioko, diretto da Lamberto Bava, maestro del genere. Fu poi Lupetta, accanto a Dario Fo e Paolo Rossi, nella commedia grottesca Musica per vecchi animali, unica regia dello scrittore Stefano Benni. Nel 1994, a 18 anni, è protagonista di Una notte che piove, in cui interpreta il personaggio di Susan. L’anno dopo è Angela nel film comico Club vacanze di Alfonso Brescia. La sua ultima apparizione a 21 anni, nel film drammatico Con rabbia e con amore. Oggi nella vita si occupa di tutt’altro, ovvero di architettura e design d’interni.