In corso le consultazioni convocate da Fico

0
439

Roberto Fico, il presidente della Camera a cui è stato affidato un mandato esplorativo, un incarico informale affinché faccia un nuovo giro di consultazioni, per approfondire e valutare nuovi soluzioni che riorganizzino il sistema democratico, prima che tutto torni nelle mani del presidente della Repubblica cui tocca la decisione finale.

il via alle consultazioni è stato dato oggi nella sala della Lupa di Montecitorio. All’incontro hanno partecipato i capigruppo di M5S, del Pd, per Italia Viva, per Liberi e Uguali, per Europeisti-Maie-Centro democratico del Senato, per il Gruppo parlamentare Per le Autonomie del Senato, per CD-Maie.

I temi del dibattito

Al tavolo si affronta tema giustizia a cui Andrea Orlando, per il Partito democratico, propone un  “lodo” sul tema della prescrizione.

Al tavolo sul programma in corso a Montecitorio il vicesegretario del Pd Andrea Orlando ha proposto mozione per quanto riguarda la prescrizione dei reati su cui c’è stata una apertura da parte di M5s, mentre da parte di Italia Viva non c’è nessun accordo sulla prescrizione e sul processo penale

Orlando ha proposto che la maggioranza si impegni a portare avanti il disegno di legge sulla riforma del processo penale, che accorcia i tempi dei processi, e che se entro sei mesi non viene approvato allora si metterebbe mano alla prescrizione

Tensione su reddito e Anpal

Le politiche attive del lavoro, con il ruolo di Anpal, l’ente vigilato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, e Inps, ma anche il reddito di cittadinanza, sono state al centro di un confronto al tavolo sul programma di governo tra i partiti della maggioranza.

Il Movimento 5 Stelle preme per completare le politiche sul reddito di cittadinanza. «Completiamo il reddito di cittadinanza con il rafforzamento delle politiche attive e dei controlli, così come era stato previsto fin dall’inizio». È questa, a quanto si apprende da fonti parlamentari, la posizione portata al tavolo sul programma dalla delegazione M5S sul tema delle politiche del lavoro.