Covid, l’epidemia corre: l’indice nazionale Rt sale a 1,06

0
468

Covid, la situazione epidemiologica peggiora: nella settimana dal 22-28 febbraio in aumento contagi, morti e ricoveri

Getty Images

Netto peggioramento sotto tutti i punti di vista della situazione epidemiologica in Itala. In aumento i contagi e i ricoveri nelle terapie intensive. Il quadro che emerge dall’ultimo report non è per nulla confortante. Nella settimana dal 22 al 28 febbraio a livello nazionale sono stati riscontrati 194,87 contagi ogni 100 mila abitanti e le prospettive sono negative perché non è escluso che si possa arrivare a 200.

L’indice nazionale Rt è salito al 1,06% secondo la cabina di regia che sta analizzando i dati settimanali del monitoraggio Istituto Superiore di Sanità e Ministero. La settimana scorsa era all’ 0,99%.

Nella settimana precedente, dal 15 al 22 febbraio, il tasso di contagio era di 145,16 ogni 100mila abitanti. In aumento anche i numeri dei ricoverati in terapia intensiva. Il 23 febbraio si contavano 2.146 ricoverati e pochi giorni fa, il 2 marzo, 2.327. C’è un segno più anche davanti al numero delle persone ricoverate in area medica, aumentando di circa 1500.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma: ragazza stuprata a Villa Gordiani, è caccia all’aggressore

Covid, Lombardia decessi a + 111,8%

Getty Images

Stimando un valore dell’impatto dell’epidemia sulla mortalità in generale, tra marzo e dicembre 2020 sono morte 108.178 persone in più rispetto allo stesso periodo negli anni 2015-2019. C’è dunque un aumento del 19%. Il maggior numero di vittime, considerando sempre lo stesso periodo dei quattro anni precedenti, è stato della popolazione con più di 80 anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Locarno, festino illegale alle medie a base di champagne: traditi dalle foto

Fin falla prima fase della pandemia il Veneto e la Lombardia hanno pagato il presso più alto in termini di vite umane e quest’ultima è risultata prima. Il bilancio è più 111,08%. In Veneto è stato reso noto il bollettino di oggi: i nuovi positivi sono 1505. Attualmente in regione sono positive 27.440 cittadini. “Purtroppo ci stiamo avvicinando ai 10mila morti” ha detto il governatore Luca Zaia. “Siamo l’ottava regione per mortalità”.