Harry e Meghan, l’intervista “shock” scuote la famiglia reale

0
1055

La famiglia reale britannica sta passando forse uno dei periodi più difficili e ombrosi dopo la morte di Lady Diana. L’intervista “shock” rilasciata da Harry e Meghan alla CBS ha destabilizzato l’ambiente reale. Si attende la risposta di Buckingham Palace alle accuse lanciate dai coniugi. Il principe Carlo, come riporta il The Sun era in “stato di disperazione”, poco prima che la coppia rilasciasse l’intervista condotta da Oprah Winfrey. 

UNSPECIFIED – UNSPECIFIED: In this handout image provided by Harpo Productions and released on March 5, 2021, Oprah Winfrey interviews Prince Harry and Meghan Markle on A CBS Primetime Special premiering on CBS on March 7, 2021. (Photo by Harpo Productions/Joe Pugliese via Getty Images)

A sentire Harry pronunciare “Mio padre Carlo mi ha deluso” è già di per sé una notizia che potrebbe tranquillamente far saltare gli equilibri all’interno della Royal Family. Ma questo è solo l’inizio, di quella che tranquillamente possiamo definire un’intervista che ha scioccato una buona parte dell’opinione pubblica, che senza se e senza ma si ritrova a fare i conti con una realtà ben chiara: qualcuno ha ragione? e se la risposta fosse sì, potremmo giudicare? Difficile esprimersi nel merito, perché una questione così delicata non si presentava dagli anni novanta. E non c’è dubbio che chiunque parteggi per una o per “l’altra” famiglia, qualche domanda irrisolta rimane.

Nell’intervista rilasciata da Harry ma soprattutto nelle parole di Meghan Markle esce tutta l’insofferenza nel rapporto con i palazzi reali. La realtà spesso, nel racconto di Meghan sembra molto diversa da quella che tabloid ed emittenti televisive hanno raccontato per anni “Non sapevo nulla sulla “famiglia reale” e non feci alcuna ricerca particolare. Il primo incontro con la Regina fu molto informale, spontaneo. Mi regalò un set formato da una collana e da orecchini di perle” e del rapporto con i media Meghan afferma: “Ho sempre fatto quello che mi veniva chiesto di fare, specie nei rapporti con la stampa. Facile: bisogna a solo rispondere “no comment”. Il punto di svolta fu quando scrissero che avevo fatto piangere Kate Middleton. Ma era un’invenzione. Anzi accadde esattamente il contrario. Pochi giorni prima delle nozze, Kate fece delle osservazioni molto pesanti su come erano vestite le damigelle e sulla composizione dei fiori. Ci rimasi male e mi ritrovai io a piangere. In seguito Kate si scusò e la cosa finì lì, ma non per i tabloid che tirarono fuori questa storia mesi dopo”. Un rapporto tutt’altro che sereno quello che ha legato la Markle alla casa reale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le previsioni meteo per il 9 marzo, neve a bassa quota: allerta in sette regioni

Meghan Markle: il razzismo e la frase choc

Nell’intervista la moglie del principe Harry ha toccato anche un altro tema, quello del razzismo, lanciando delle pesanti accuse verso la casa reale: “Ero incinta da qualche mese di Archie e cominciai a sentire strane conversazioni […] nel palazzo c’era chi ipotizzava che mio figlio non avrebbe dovuto ricevere alcun titolo regale. Si chiedevano quanto potesse essere scura la pelle del neonato. “Ma chi metteva in giro queste cose?” chiede stizzita nell’intervista la Oprah “componenti della famiglia reale, ma non voglio dire altro. Sarebbe una rivelazione che li danneggerebbe gravemente”, risponde la Markle , per poi raccontare la fase più delicata e che ha destato stupore All’inizio tutti mi avevano accolto bene, ma poi scoprii che la realtà era diversa. Non potevo fare nulla. Non potevo dire nulla. Ero stata silenziata. Cominciai a preoccuparmi per Archie. Il bambino senza un titolo reale non avrebbe avuto diritto a essere tutelato con misure di sicurezza. Mi preoccupavo per Harry e per le minacce che gli arrivavano. Stavo male. E mi vergognavo di ammetterlo. Ne parlai con mio marito. Mi rivolsi ai funzionari della Corte, chiedendo di farci da scudo verso i giornali. Ma non successe nulla. Arrivai al punto di rottura. Volevo andare in ospedale, ma non era così semplice. Non è che dal Palazzo puoi uscire così. Prendi un Uber e via. Ero incinta ed ero gravemente depressa. Pensavo che non avrei più voluto vivere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Principe Filippo, il nipote Harry torna a Londra: condizioni preoccupanti

Il principe Harry: “Mi sentivo intrappolato”

Il principe Harry ha tenuto a precisare il fatto che le accuse non sono rivolte in nessun modo alla Regina e al nonno, il duca di Edimburgo. Harry ha parlato quindi dei rapporti con la stampa, insinuando anche il comportamento ostruttivo della casa reale: “Cercai di fare qualcosa, di muovere le mie relazioni con la stampa. Ma i membri della famiglia Reale hanno un patto non scritto con i tabloid: chi garantisce accesso, ottiene in cambio una copertura stampa di favore. Poi ne parlai con la mia famiglia. Feci notare che 72 parlamentari, conservatori e laburisti, avevano condannato la “copertura coloniale” su Meg. Ma nessuno fece nulla. Mi resi conto che non avevamo protezione e quindi dovevamo andarcene da Londra. Infine il nostro tour in Australia, che era stato un successo, forse aveva disturbato qualcuno nel Palazzo”. E sul fatto che Buckingham Palace era diventato un luogo stretto, Harry ha detto: “Mi sentivo intrappolato. In realtà tutta la mia famiglia è intrappolata nel sistema”.  

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Kate Winslet e quel dramma simile al Titanic: è successo durante le riprese del film

Ma Harry ha voluto anche rassicurare tutti che il rapporto con la Regina è buono, così come quello con il nonno Filippo, ma non tira indietro la frecciatina nei confronti del padre Carlo “Mi sento spesso con la Regina. Anzi non ho mai parlato così tanto con lei come nell’ultimo anno. Abbiamo fatto anche due chiamate zoom con Archie. Con mio padre è più complicato. Speravo che avrebbe fatto qualcosa di più per noi, visto che anche lui ha vissuto un’esperienza pesante con i tabloid”. 

La stampa britannica più incline alla corona britannica non ha reagito bene alle accuse di Harry e Meghan. Qualcuno ha visto dietro l’intervista un’operazione “vittimismo” non riuscita, altri invece hanno messo in dubbio l’intero sistema e si chiedono quali siano le luci e le ombre di questa vicenda e dove stia la verità. Si attende comunque una risposta da parte del palazzo reale.