Earth Day 2021: cosa sapere sulla Giornata mondiale della Terra

0
180

Il 22 aprile ricorre l’Earth Day 2021, la Giornata mondiale della Terra: scopriamo origini e obiettivi della più grande manifestazione ambientale del pianeta.

earth day 2021
Credit: Sean Gallup/Getty Images

L’Earth Day, conosciuto in Italia come Giornata mondiale della Terra, viene celebrato dalle Nazioni Unite ogni anno esattamente un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Ad oggi la ricorrenza coinvolge 193 Paesi in tutto il mondo: si tratta della più grande manifestazione ambientale del pianeta. In questo giorno gli Stati membri delle Nazioni Unite si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia, coinvolgendo ogni anno fino a un miliardo di persone.

I temi legati all’Earth Day hanno contribuito a dare una spinta importante a quella che oggi viene definita la Green Generation, ossia quella fascia di popolazione giovanile che aspira a un futuro libero dall’energia da combustibili fossili in favore delle fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale per evitare l’inquinamento del pianeta e allo sviluppo di una nuova economia attenta a rispettare l’ambiente.

Ti potrebbe interessare anche -> Clima: nel 2020 in Italia calo delle emissioni gas serra del 9,8%

Earth Day 2021: le origini della più grande manifestazione ambientale al mondo

Le origini dell’evento sono legate alla pubblicazione del libro “Primavera silenziosa” nel 1962, scritto dalla biologa statunitense Rachel Carson e divenuto un vero e proprio manifesto ambientalista. La proposta di rendere onore alla Terra con una giornata ad hoc fu poi avanzata dall’attivista per la pace John McConnell nel corso della conferenza dell’Unesco a San Francisco del 1969. Il primo Earth Day fu celebrato nel 1970 con una grandissima manifestazione.

Tra i più grandi sostenitori dell’iniziativa ci fu il presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy, che per diversi anni attraversò il Paese tenendo una serie di conferenze dedicate alle tematiche ambientali. Col passare del tempo la ricorrenza si è poi imposta in tutto il mondo come opportunità di educazione e informazione in merito all’inquinamento, alla salvaguardia degli ecosistemi e alle risorse rinnovabili.

Ti potrebbe interessare anche -> Ambiente: aerei, crollo del 64% nelle emissioni di gas serra

I gruppi ecologisti di tutto il mondo continuano a lottare per trovare soluzioni alle attività nocive dell’essere umano per il pianeta, puntando sul riciclo dei materiali, sulla conservazione delle risorse naturali come petrolio e gas fossili, sul divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, sulla cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e sulla protezione delle specie animali minacciate. Secondo i principi della Giornata mondiale della Terra tutti hanno il diritto etico di vivere in un mondo sano, equilibrato e sostenibile a prescindere dall’etnia, dal sesso o dalla condizione economica.