Fabio Celenza, chi è il doppiatore nonsense dei politici

0
95

Fabio Celenza collabora con Propaganda Live con i suoi doppiaggi “muti” inventando dal labiale. La sua è anche una carriera da musicista

Fabio Celenza
Fabio Celenza (foto Facebook)

Chiunque abbia visto almeno una volta Propaganda Live si sarà imbattuto nei doppiaggi nonsense della trasmissione. Dai personaggi politici ad altri programmi, parole senza significato ma che divertono il pubblico.

L’autore è Fabio Celenza, 34enne di Vasto che come molti ha cominciato sul web per poi approdare in televisione, su Dmax, Colorado e Zelig e da tre anni collabora con la trasmissione di Zoro su La7.

Le ambizioni da adolescente erano altre, voleva far carriera nel mondo della musica. Così cominciò a suonare tastiera e chitarra e si iscrisse anche all’Università per studiare Lingue. Cambiò poi percorso e decise di dedicarsi completamente alle note, diplomandosi al conservatorio di Pescara.

La svolta avvenne però per caso, per diletto. E come spesso è successo nelle carriere dei più grandi, il gioco è diventato poi un vero e proprio lavoro, riuscendo a sfruttare al meglio le potenzialità del web.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ficarra e Picone sbarcano su Netflix: l’annuncio del duo

Fabio Celenza, i doppiaggi sul web

Foto Facebook

Sei anni fa con la propria ragazza dava parole a scene mute di filmati, partendo dal labiale. Fu così che caricò un video su YouTube e fu un grande successo.

Il primo doppiaggio fu di Keith Richards, il chitarrista dei The Rolling Stones, poi “diede parola” a Mick Jagger. Le visualizzazioni aumentarono sempre più così come le condivisioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Marisa Laurito, confessione shock a 70 anni

Ma non ha abbandonato la musica, anzi. L’ha utilizzata per i suoi doppiaggi come quando ha suonato con la chitarra, nel vero senso della parola, la voce di Giorgia Meloni. La parlamentare ha apprezzato così tanto che ha anche condiviso il video.