Achille Lauro, lo sfogo su Felicissima Sera con Pio e Amedeo

0
321

Achille Lauro, dopo diversi giorni di polemiche è intervenuto per dire la sua, ha sfruttato i social per parlare del palco di Felicissima Sera, lo show condotto da Pio e Amedeo.

Achille Lauro, lo sfogo sui social per il monologo di Pio e Amedeo (Getty Images)
Achille Lauro, lo sfogo sui social per il monologo di Pio e Amedeo (Getty Images)

Il suo pensiero per quanto riguarda Pio e Amedeo è risultato molto articolato e dettagliato, durante le sue parole ha anche messo in luce alcune situazioni della vita personale, il cantante non ha mai parlato della sua vita privata in maniera così confidente in pubblico.

La sua riflessione riguarda il monologo interpretato dai due comici pugliesi nello show Felicissima Sera, si è discusso molto del fatto che il discorso non è stato “politically correct”.

I due comici hanno toccato l’argomento proprio secondo il loro modo di fare, questo non è piaciuto a tutti, l’artista è stato uno di quelli, il cantante è stato ospite dello show in una delle ultime puntate.

Qui ha interpretato una versione del suo brano Rolls Royce, intitolandola Fiat Punto. Nell’osservazione pubblicata sui social, l’artista ha preso le distanze dalle opinioni comuni.

Ha invitato tutti a spingersi oltre le apparenze, oltre la televisione e oltre la realtà patinata che i giornali e tutto il mondo dello spettacolo cerca di porci dinanzi come se fosse una verità assoluta.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Achille Lauro: “Il paragone con Renato Zero mi sta sulle p***e”

Achille Lauro, ha parlato di tutte le battaglie per sostenere le fasce più deboli

Il cantante ha dichiarato che da anni investe del denaro, il suo tempo e tutto l’impegno che ha per riuscire a tutelare i diritti umani. Si batte per tutti coloro che sono stati abbandonati nelle carceri, oppure per aiutare i bambini in ospedale.

Il suo obiettivo sono anche i ragazzi rinchiusi nelle comunità, si batte per chi non ha una casa, o per tutti coloro che sono rimasti senza lavoro. Nel suo piccolo cerca di migliorare la condizione sociale, culturale e soprattutto umana della classe più debole, destinata ad essere sempre discriminata per “comodità”.

Il suo aiuto verso le classi più deboli è incominciato proprio quando non era famoso, e non aveva una lira. Tramite il suo sfogo sui social l’artista ha cercato di far riflettere sulla storia di Achille Lauro, in maniera più profonda e soprattutto meno rivolta alle apparenze.

In questo modo l’artista si spoglia di tutti i lustrini, i travestimenti e l’irriverenza che lo ha sempre caratterizzato, e cerca di svelare come si sia sentito solo mentre si batteva per i diritti delle classi sociali più deboli.

L’artista ha confermato che le parole hanno un peso, dietro ogni singola parola c’è la vita di una persona che potrebbe distruggersi per un’offesa detta in malo modo.

Il cantante ha mostrato un lato più maturo e meno infantile, dopo essersi sentito incompreso per anni, l’artista ha finalmente capito come renderci partecipe del suo punto di vista.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Achille Lauro spiazza i fan: “Vorrei fermarmi e sparire come Mina”

Il cantante ha capito di esser maturato quando lo hanno umiliato in pubblico

L’artista ha dichiarato di esser stato umiliato in pubblico, pensando che lui fosse un pagliaccio da mettere in mostra. Nel suo modo di essere non c’è solo musica ma c’è ben altro, uno stato d’animo, un’ideale, la libertà estrema.

La voglia di dare uno schiaffo morale a tutti quelli che hanno non hanno creduto in lui, oppure pensavano che non fosse all’altezza, e proprio per questo motivo hanno pensato di umiliarlo senza vergogna.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sanremo 2021, Achille Lauro e il caso del vilipendio alla bandiera

Grazie agli insegnamenti di sua madre, il giovane artista ha imparato il valore dell’umiltà, dell’empatia e dell’unione per non sentirsi mai più soli. Tutti hanno una storia da raccontare, ma decidono di non raccontarla al primo che capita, questo viene fatto per rispetto di sé stessi ma anche per rispetto della sensibilità altrui.

L’artista esorta tutti i suoi follower ad una riflessione importante, ovvero andare oltre le apparenze, dichiarando che la realtà non è solo quella che si può vedere nei giornali o in tv. La realtà la si trova proprio dietro le storie di ognuno di noi, e molto spesso ci sono delle vite fatte di tanta sofferenza, le quali comprendono a loro volta tanti valori e tante battaglie.