Francesco Saverio Romano: l’ex ministro e il ruolo nel Mascherina-Gate

0
1920

Francesco Saverio Romano è coinvolto nel lavoro della Procura per la fornitura nella regione Lazio. Questa sera approfondimento di Report

Francesco Saverio Romano (foto Facebook)

Nell’ambito del Mascherina-Gate, l’inchiesta della Procura di Roma sulla fornitura per la Regione Lazio, Report questa sera riaccende i riflettori. Dovrebbe essere il reportage di apertura intitolato Covid business di Norma Ferrara.

Nell’inchiesta è indagato per traffico di influenze illecite per la fornitura di mascherine e camici anche Francesco Saverio Romano che nel 2011 fu ministro per le Politiche Agricole. L’inchiesta riguarda in totale 5 milioni di mascherine FFP2 e 430.000 camici fornite dalla European Network Tlc durante la prima fase dell’emergenza Covid lo scorso anno.

Tra le persone finite agli arresti domiciliari due mesi fa c’è Vittorio Farina, procacciatore di affari per conto della Ent Srl. Secondo gli inquirenti Farina avrebbe avuto contatti con i pubblici amministratori che si stavano occupando dei dispositivi anti-Covid grazie a delle conoscenza come quelle di Romano. L’ex ministro – come si legge nell’anticipazione diffusa dal programma di RaiTre – avrebbe dovuto segnalare la ETN di Farina al nuovo direttore della protezione civile Salvo Cocina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inchiesta mascherine, a Le Iene telefonate inedite di Domenico Arcuri

Il bonifico di 58mila euro

Romano intervistato da Report (screen)

Francesco Saverio Romano, avvocato, a seguito dell’inchiesta specificò da che tre anni pratica solo l’attività forense e che ha un contratto con la European Network Tlc ha un contratto di consulenza. Romano è finito nell’inchiesta in virtù del bonifico senza causale a suo favore di 58mila euro.

La fattura, datata maggio 2020, “ha in se sia la causale dell’attività medesima sia il riferimento al contratto di consulenza“, disse l’ex ministro del governo Berlusconi quando scoppiò il caso, aggiungendo che aveva fornito alla Guardia di Finanza i dovuti riscontri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Report, lunedì 31 maggio, dal business sul covid ai lavori fermi del Mose

Intervistato da Report, il direttore della Protezione Civile siciliana Cocina (che non è indagato) dice di conoscere Romano e alla domanda se il rapporto sia così stretto da ottenere un favore se lo chiede, Cocina afferma che non ne ha chiesti: “Non si chiedono favori, segnalazioni semmai“.