Variante indiana Covid, le vittime in Inghilterra erano vaccinate

0
80

Variante indiana Covid, su 42 morti totali 12 avevano completato il ciclo con la doppia dose. Alcuni erano in attesa del richiamo

Vaccino AstraZeneca
Getty Images

Nella sola Inghilterra le vittime del Delta, la variante indiana del Covid, sono in totale 42. Di queste 12 avevano completato il ciclo vaccinale da almeno due settimane. I restanti, 23 non erano vaccinate mentre in 7 avevano ricevuto solo la prima dose. I dati, pubblicati dal Public Health England (Phe) e riportati dal Guardian, confermano che la stragrande maggioranza dei nuovi casi riscontrati nel paese, ben il 90%, sono causati proprio dalla variante indiana e che rispetto alla variante Alfa ha un tasso di diffusione maggiore del 60%.

In totale in Inghilterra i nuovi casi di variante Delta sono 42.323, un numero superiore rispetto ai 29.892 casi di infezione rilevati la settimana scorsa. Un tasso di contagiosità più alto ma che in proporzione non ha ricadute sul sistema sanitario britannico perché grazie alla campagna vaccinale non aumentano i ricoveri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Europei 2020, rischio Covid: la Spagna corre ai ripari

La Gran Bretagna resta comunque un buon modello per la campagna vaccinale ed è a buon punto dopo aver patito molto la seconda ondata che si è attenuata proprio con l’inizio delle dosi vaccinali dall’8 dicembre 2020.

Variante indiana Covid, l’Inghilterra prosegue la campagna vaccinale

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, il cloro delle piscine lo inattiva per 30 secondi: lo studio dall’Inghilterra

Secondo i dati di qualche giorno fa sono quasi 24 milioni e mezzo i cittadini che hanno ricevuto la doppia dose e sono quindi completamente vaccinati, corrispondenti circa al 43% della popolazione, 34 milioni circa (il 60%) ha invece ricevuto la prima dose.