Ardea, tragedia in strada: morti un anziano e due bambini dopo una sparatoria

0
359

Ardea, tragedia in strada: morti un anziano e due bambini dopo una sparatoria. L’uomo autore del gesto è stato individuato ed è barricato in un appartamento.

Tragedia di Ardea
Tragedia di Ardea (Google)

Sono le 11 di mattina, è una giornata piena di sole in Via degli Astri a Colle Romito, consorzio residenziale di Ardea, un piccolo centro a sud di Roma, quando degli spari sconquassano la tranquillità festiva. Un anziano e due bambini rimangono per terra mentre l’autore del gesto scappa via, dileguandosi. L’autore del gesto sembra essere un uomo di 34 anni con problemi psichici. Al momento sembra che non vi fosse alcun legame tra le tre vittime e l’omicida, ma anche su tale questione andranno fatti ulteriori approfondimenti. 

Ti potrebbe interessare>>>  Landriano, anziana trovata morta in casa: nipote sospettato di omicidio

Ardea, tragedia in strada. Le parole del sindaco 

“Pare che il tutto sia nato da una futile lite“, ha riferito all’Ansa il sindaco di Ardea Mario Savarese, immediatamente giunto sul posto appena conosciuto dell’accaduto, e ha inoltre spiegato come “tutte le persone coinvolte sono residenti del consorzio, la persona che ha sparato”. L’augurio è che presto questa persona venga arrestata anche per poter meglio comprendere le cause che lo hanno indotto ad una reazione così violenta e terribile.

Le drammatiche parole dell’Assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato 

“Ho ricevuto ora una telefonata che non avrei mai voluto avere, il Direttore Sanitario dell’Ares 118 mi ha appena comunicato che i medici soccorritori facendo la constatazione di decesso per entrambi i bambini”. Il primo fratellino a morire è stato il più piccolo, di soli 3 anni, poco dopo la stessa, tragica sorte è toccata al fratello maggiore, che aveva 8 anni.

I soccorritori si sono adoperati con tutte le loro forze per salvare le due giovanissime vite. Purtroppo, fin dal loro arrivo sul luogo della tragedia, non hanno potuto far altro che constatare le condizioni disperate in cui versavano i due bambini. Il piccolo centro di Ardea è ovviamente sconvolto. Una tragedia dai contorni ancora oscuri, ma che, comunque, non potrà mai cancellare dalla propria memoria questa indicibile tragedia.

Ti potrebbe interessare>>>  Paderno Dugnano, l’assurda morte di un bimbo di tre anni in un parco

“Sono profondamente scosso per l’accaduto ed esprimo tutto il mio rammarico e le più sentite condoglianze ai familiari”, queste le doverose parole dell’Assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. Ovviamente doverose, ma quanto consolatorie per i genitori che hanno perduto due bambini in una domenica di giugno piena di sole. Le parole, piene di rabbia, del padre dei due bambini uccisi: “A me per un po’ di droga mi tengono ai domiciliari e questo con la pistola nessuno lo controllava, e guardate cosa ha fatto”.

L’omicida si è tolto la vita

I carabinieri avevano già individuato l’appartamento dove si trovava l’autore della strage. Una volta fatta irruzione nell’appartamento hanno trovato l’uomo morto. Si era suicidato. Tragedia si aggiunge a tragedia.