“Denise Pipitone viva”, la reazione della mamma Piera Maggio

0
720

La rivelazione dell’ex pm Maria Angioni: “”Denise Pipitone viva, ha una figlia”, la reazione della mamma Piera Maggio.

Denise Pipitone è viva?

Sarebbe viva e avrebbe una figlia Denise Pipitone: di lei non si hanno più notizie da 17 anni, da quando ovvero ancora bambina scomparve da Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Tale teoria, l’ultima emersa sulla piccola scomparsa, viene portata avanti dall’ex Pm Maria Angioni, che coordinò all’inizio l’inchiesta sulla scomparsa.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Maria Angioni, chi è la pm che indagò su Denise Pipitone

La Angioni, in queste settimane, ha più volte rilasciato dichiarazioni lasciando intendere di sapere informazioni in realtà inedite dalla piccola scomparsa. Ma l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale della mamma di Denise Pipitone, Piera Maggio, invita a prendere con le pinze queste informazioni, diffuse oggi dalla trasmissione ‘Storie Italiane’.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Caso Denise Pipitone, la clamorosa rivelazione dell’ex PM Maria Angioni

Denise Pipitone è viva? L’avvocato di Piera Maggio replica

Sottolinea infatti Frazzitta: “Invitiamo tutti – giornalisti, magistrati o avvocati – alla massima cautela nel momento in cui si diffondono notizie che possono essere infondate o contenenti elementi non riscontrati o non riscontrabili e che possono costituire un ostacolo al lavoro della Procura di Marsala”. Un invito che è quantomeno doveroso: non ci sono infatti tutti che tutti, Piera Maggio in primis, vorrebbero che Denise Pipitone fosse viva e venisse ritrovata.

Ma occorre cautela e non si può non essere d’accordo con il legale: “Non vediamo tuttavia la necessità di fornire informazioni particolarmente dettagliate, frutto o meno delle indicazioni di un mitomane o che dovessero anche risultare fondate, perché ancora al vaglio della magistratura”. Durissimo infine l’avvocato nei confronti delle dichiarazioni odierne, “anche perché provenienti da un magistrato che nella sua funzione potrebbe avere un canale privilegiato con i suoi colleghi”.