Omicidio di Agnes Bram: il crimine ha terrorizzato i suoi cari

0
165

A Crimini in diretta la vicenda dell’omicidio di Agnes Bram: il crimine ha terrorizzato i suoi cari, cosa è accaduto.

Agnes Bram

Uno dei casi più scioccanti del format televisivo Crimini in diretta è l’omicidio di Agnes Bram. I dettagli scioccanti e cruenti della sua morte hanno lasciato le persone inorridite e terrorizzate dal colpevole. Anche se alla fine il caso è stato risolto, la famiglia di Agnes Bram potrebbe non riprendersi mai dal trauma a cui è stata sottoposta.

Ti potrebbe interessare–> Nada Cella, il delitto di via Marsala: un giallo lungo 25 anni

Agnes Bram è una donna che non è mai a corto di interessi e hobby da dedicarsi. Amava il giardinaggio e prendersi cura del suo giardino, mentre mostrava anche il suo sostegno ai Badgers and Packers e andava regolarmente alla chiesa di Saint Bernard’s a Middleton, nel Wisconsin. Le piaceva anche nuotare e fare due chiacchiere con i suoi amici all’Harbour Athletic Club, dove è stata anche dipendente per più di 30 anni.

Ti potrebbe interessare–> Chi era Loretta Bowersock, il giallo della donna uccisa in Arizona

Chi era Agnes Bram e perché la donna è stata uccisa

La sua storia è comune a quella di molte altre: era venerata e profondamente adorata dai suoi 2 figli, 6 nipoti e 4 pronipoti. Ma in una sfortunata svolta degli eventi, Agnes Bram è stata scoperta morta nel suo garage da sua figlia, Rose Kelso, e suo nipote, Casey Kelso. Secondo la polizia, nel pomeriggio del 28 aprile 2017, hanno ricevuto una chiamata da un uomo che affermava di aver trovato il corpo deceduto del suo appartamento al 7113 University Avenue. La coppia madre-figlio era andata a controllare perché non era stata in contatto con la donna per alcuni giorni. L’identità della signora Bram è stata confermata dai funzionari di polizia.

Una successiva autopsia ha indicato che la donna era morta per un trauma da corpo contundente alla testa, come affermato dall’ufficio del medico legale della contea di Dane. A ucciderla era stato Jack Hamann, un inquilino della casa di Agnes Bram nel blocco 7100 di University Avenue dal novembre 2016. Il fatto che Hamann fosse scomparso dalla scoperta del corpo di Agnes Bram ha rafforzato i sospetti della polizia su di lui. Anche se non è stata trovata l’arma del delitto, gli investigatori hanno affermato nelle loro testimonianze che tracce di sangue erano state scoperte solo nella lavanderia, nel garage e nella stanza di Hamann. Questi aveva anche precedenti specifici per aggressione.