Incidente stradale: morto Fabrizio Gagliardi, lutto al Matelica Calcio

0
216

Incidente stradale: morto Fabrizio Gagliardi, lutto al Matelica Calcio. Era il preparatore dei portieri del settore giovanile

Screenshot Matelica Calcio (1)
Screenshot Matelica Calcio (1)

36 anni, troppo breve la vita vissuta e tanta vita ancora da vivere. Una strada che stavi percorrendo per andare dove non si sa, forse dai tuoi familiari o forse da quei giovani portieri che tu allenavi con tanta passione e professionalità. Quei giovani un pò matti, come tutti i portieri, che in te cercavano segreti da carpire sul terreno di gioco, per essere portieri sempre più bravi e giovani sempre più maturi.

Ti potrebbe interessare>>> Euro 2020, chi sarà l’avversario degli azzurri negli ottavi

Forse quella strada ti stava portando proprio su un campo di calcio. Un allenamento, tante risate, tanti consigli. E poi, magari, ti rimettevi in porta, come quando eri bambino e sognavi di diventare un grande portiere, come i ragazzi che hai intorno a te. Quella strada ti ha portato via da tutto questo e da tutti loro. Vai a spiegare perché si debba morire ancora giovani su una strada, prova a cercare di capire, se ti riesce.

Incidente stradale: morto Fabrizio Gagliardi. Il ricordo del Matelica Calcio

Non ci si riesce e non lo si può fare con le persone che ti hanno amato e che adesso non ti rivedranno più. Il ricordo delle tua società, del Matelica Calcio, è il ricordo di un uomo di soli 36 anni, Fabrizio Gagliardi, che è morto in un incidente stradale accaduto ieri notte. Il cordoglio espresso ai familiari di Fabrizio ed il ricordo di quel suo sorriso caratteristico della sua persona e del suo modo di essere.

Ti potrebbe interessare>>> Morto Giampiero Boniperti, una vita per la Juventus

Senza Fabrizio entrare su quel terreno di gioco, anche per un semplice allenamento, diventerà la prova più difficile. Per la società, per la squadra è un vuoto incolmabile. Per i giovani portieri è la perdita di un punto di riferimento fondamentale per la loro crescita tecnica ma, soprattutto, umana. Come recitava il ricordo del Matelica Calcio: Caro Fabrizio, che la terra ti sia lieve, riposa in pace.