Mugello, bimbo di 2 anni scomparso: ancora nessun esito dalle ricerche

0
136

Cresce di ora in ora l’ansia per Nicola Tanturli, il bimbo di 2 anni scomparso nel Mugello: finora le ricerche non hanno dato l’esito sperato

(Screen video)

Ore di angoscia e apprensione per le sorti di Nicola Tanturli, il bambino di 21 mesi sparito dalla sua casa nell’Alto Mugello e le cui ricerche finora non hanno dato l’esito che tutti attendono. Le perlustrazioni nel territorio di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze, sono andate avanti per tutta la notte. Per stamane sono previste altre operazioni di ricerca con l’ausilio di cani molecolari, guidati dai vestiti del bambino consegnati dai genitori, cani da soccorso, volontari e droni che sorvoleranno ancora le aree scoperte alla ricerca di qualche segno del passaggio del piccolo. Impiegato anche un elicottero dei vigili del fuoco con termoscanner per le ricerche notturne così come è stato scandagliato dai sommozzatori dei vigili del fuoco un laghetto per l’irrigazione agricola ma del piccolo nessuna traccia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Scomparso bimbo di 2 anni nel Mugello, sono in corso le ricerche nei boschi

Tuttavia, le ricerche sono ostacolate dal territorio impervio, dalla fitta vegetazione e dalle difficoltà di comunicazione dovute alla scarsa copertura della rete mobile in questa zona dell’Appennino.

Mugello, bimbo di 2 anni scomparso: ancora nessun esito dalle ricerche. Sindaco: “Andremo avanti fino a quando non ci sarà un esito”

A dare l’allarme, ieri mattina, sono stati i genitori, Leonardo e Pina, che hanno deciso di trasferirsi in località Campanara, a ottocento metri di altezza, vicino al confine con l’Emilia-Romagna, per vivere a contatto con la natura allevando capre e api.  Al momento l’ipotesi più accreditata è che il bambino di 21 mesi, dopo essere stato messo a letto dopo cena, si sia allontanato autonomamente durante la notte. La coppia, che ha un altro figlio di 4 anni, vive in una casa colonica isolata: è raggiungibile, infatti, solo attraverso una tortuosa strada sterrata ed è circondata dai boschi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pretty Yende: la cantante denuncia sui social maltrattamenti per motivi razziali a Parigi

“Ho parlato con i familiari, sono molto preoccupati chiaramente, speriamo bene. Stiamo setacciando la zona senza sosta da ieri mattina, l’intero paese è coinvolto nella ricerca del bambino, ci sono volontari anche dai paesi limitrofi, tutti stanno aiutando. Le ricerche andranno avanti fino a quando non ci sarà un esito”, ha assicurato il sindaco di Palazzuolo sul Senio, Gian Piero Philip Moschetti.