Denise Pipitone, parla un investigatore privato: “So chi è stato”

0
659

Sul caso di Denise Pipitone, sparita nel nulla da Mazara del Vallo nel 2004, spunta un’inedita testimonianza: un investigatore anonimo ha raccontato a La vita in diretta quello che avrebbe scoperto durante le indagini.

denise pipitone, la testimonianza di un investigatore

Una clamorosa testimonianza inedita si aggiunge al misterioso quadro legato alla scomparsa di Denise Pipitone. Nel corso dell’ultima puntata stagionale de La vita in diretta, andata in onda venerdì 25 giugno, è stata trasmessa l’intervista a una persona che conoscerebbe i fatti e che per la prima volta ha voluto parlare della vicenda. Si tratta di un investigatore che si sarebbe occupato del caso sin dai primi giorni della sparizione della bambina da Mazara del Vallo.

Ti potrebbe interessare anche -> Denise Pipitone, Piera Maggio confessa: “Ho vuoti di memoria”

La testimonianza inedita di un investigatore su Denise Pipitone

Quelle dell’investigatore sono dichiarazioni ancora da verificare e che al momento non avrebbero riscontri ufficiali, tuttavia qualora dovessero trovare conferme potrebbero rappresentare un importante elemento per l’inchiesta, riaperta recentemente dalla Procura di Marsala. L’uomo che solo oggi ha deciso di uscire allo scoperto è stato intervistato dalla giornalista Ilenia Petracalvina di spalle e con la voce resa irriconoscibile per nascondere la sua identità.

“L’hanno presa, l’hanno messa e l’hanno portata a casa”, dice descrivendo quanto secondo lui accaduto il 1° settembre 2004, giorno della scomparsa di Denise. A detta dell’investigatore a prenderla fu Jessica Pulizzi, sua sorellastra in quanto figlia di Piero Pulizzi, padre biologico della bambina. “Va al mercato – spiega l’uomo – passa da lì, la prende e la porta a casa dove è stata vista l’ultima volta”. Denise Pipitone era sparita improvvisamente da Mazara del Vallo quando si trovava a casa della nonna materna.

Ti potrebbe interessare anche -> Denise Pipitone, indagata l’ex pm Maria Angioni: ecco perché

Secondo la testimonianza inedita a La vita in diretta è proprio lì che sarebbe stata rapita. Da quanto emerso dalle intercettazioni, l’investigatore ha sottolineato che Jessica disse: “A casa ci la purtai”. Secondo il suo racconto, le due si conoscevano e per questo la mattina della sparizione nessuno notò qualcosa di strano. Adesso la testimonianza andrà tuttavia verificata: è importante ricordare che Jessica Pulizzi risulta già assolta in tre gradi di giudizio per il presunto rapimento.