Paolo Beldì è morto: era il creatore e regista di Quelli che il calcio

0
376

Grave lutto nella tv italiana, Paolo Beldì è morto: era il creatore e regista di Quelli che il calcio, un ritratto del personaggio.

(screenshot video)

Un malore improvviso si è portato via oggi, nella sua casa di Magognino, sulle alture di Stresa, in Piemonte, il regista televisivo Paolo Beldì, uno dei nomi più noti nel panorama televisivo italiano. Nato come comico radiofonico su Radio Azzurra, una radio libera piemontese, ha saputo crearsi regista televisivo, anche grazie all’intuizione avuta da Beppe Recchia, per lui un maestro e un esempio da seguire.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo-> Love Island Italia, Monica: chi è la giovane imprenditrice

Il grande esordio televisivo arriva sulle reti del Biscione: infatti è lui a dare vita a Mai Dire Banzai, insieme alla Gialappa’s Band, uno dei programmi divenuti cult nella seconda metà degli anni Ottanta. Con il trio comico realizza altre produzioni importanti, prima di passare in Rai, dove è il regista di Mi Manda Lubrano e avvia la prima collaborazione con Adriano Celentano, come regista di Svalutation.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo-> Love Island Italia, Rebeca Di Filippo: chi è, curiosità e vita privata

Un ritratto di Paolo Beldì, grande regista televisivo italiano

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

Collabora quindi con Gino&Michele e con Paolo Rossi, prima della più grande e importante intuizione della sua vita: nasce infatti nel 1993 il programma ‘Quelli che il Calcio’, un contenitore televisivo che tiene compagnia agli italiani, garantendo con grande ironia l’informazione sportiva. Il format del programma è noto a tutti e grazie a questa trasmissione viene sdoganato definitivamente Fabio Fazio. Il conduttore e il regista realizzano poi un’altra trasmissione divenuta popolarissima, Anima Mia, che va alla riscoperta degli anni Settanta perduti.

Collabora e realizza come autore e regista altri importanti programmi, ma soprattutto è lui il regista dei principali successi televisivi di Adriano Celentano, come Francamente me ne infischio, Rockpolitik e La situazione di mia sorella non è buona, fino al più recente Rock Economy. Lascia la regia di Quelli che il calcio nel 2009, ma come i primi amori che non scordano mai e a volte c’è il ritorno di fiamma, torna in più occasioni a condurlo. Tre volte regista del Festival di Sanremo, ha ancora collaborato, tra gli altri, con Gianni Morandi e Gigi D’Alessio.