Fabriano, volo-choc sui binari: muore una studentessa di 15 anni

0
145

Una studentessa di 15 anni muore travolta da un treno alla stazione di Fabriano, in provincia di Ancona: si sarebbe lanciata all’arrivo del convoglio

(Getty Images)

Una tragica fatalità o la volontà di porre fine alla propria giovanissima vita? E’ questo l’atroce dubbio che tormenta i genitori della vittima, una studentessa di appena 15 anni, e gli investigatori della Polfer che in queste ore stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica della tragedia che si è consumata, ieri pomeriggio poco dopo le 17, alla stazione ferroviaria di Fabriano, in provincia di Ancona: un treno regionale, proveniente proprio dal capoluogo dorico, all’altezza della pensilina del binario 2, pur avendo rallentato la propria corsa per effettuare la fermata di Fabriano, ha investito la suindicata ragazzina, con il macchinista che se le è trovata di fronte all’improvviso, senza, quindi, poter fare nulla per evitare il fatale impatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Palermo, 12enne muore schiacciato dalla porta di un campo da calcio

Qualcuno dei testimoni ha riferito agli agenti della polizia ferroviaria di averla vista sporgersi e di non aver fatto neanche in tempo a gridare. La ragazzina non è morta sul colpo, l’hanno trasportata ancora viva all’ospedale fabrianese “Engles Profili” dove però è deceduta due ore dopo. Le sue condizioni, nonostante la velocità ridotta del treno in fase di arresto, erano apparse subito disperate: la 15enne, infatti, aveva riportato gravissime ferite alla testa e in altre zone del corpo.

Fabriano, volo-choc sui binari: muore studentessa di 15 anni. Disagi alla circolazione ferroviaria

Non sono ancora chiare le cause che hanno portato all’incidente. Come accennato nel primo paragrafo, tutte le ipotesi sono al vaglio: dall’incidente a un estremo gesto volontario, infatti la ragazzina non aveva con sé alcun bagaglio o zaino. Ovviamente sconvolti i genitori della 15enne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid, Pfizer spinge per la terza dose: “Rischio reinfezione dopo 6 mesi”

Inevitabili i disagi alla circolazione ferroviaria: sono stati immediatamente chiusi il tratto Fossato di Vico-Albacina e la stazione di Fabriano. I treni provenienti da Ancona sono stati fermati ad Albacina per poi far proseguire i passeggeri con gli autobus. Lo stesso è accaduto per i treni provenienti da Roma: fermati a Fossato di Vico, con autobus sostitutivi per i passeggeri. Solo dalle 19 in poi la circolazione ha ripreso regolarmente.