Germania, piogge e inondazioni: 6 morti e almeno 50 dispersi

0
169

Pesante il bilancio del maltempo che imperversa in Germania: 6 morti e almeno 50 dispersi. Fiumi straripati, alberi sradicati e strade inondate

(Screen video)

Sei morti e almeno 50 dispersi nella località di Schuld, centro della Renania-Palatinato a sud di Bonn, nella Germania occidentale, dove la notte scorsa piogge torrenziali e inondazioni hanno distrutto alcune abitazioni. Lo ha reso noto il portavoce della polizia di Koblenz spiegando che i corpi delle vittime sono stati recuperati in varie zone. “Molti dei dispersi si erano rifugiati sui tetti delle loro case, spazzati via dalle piogge“, ha aggiunto il portavoce.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Salerno, indagati un magistrato e un generale della GdF per corruzione

Sei case sono crollate dopo giorni di pioggia continua e altre 24 sono a rischio crollo. Le piogge ininterrotte stanno provocando forti disagi in diverse aree del Paese e non solo in Renania-Palatinato, il Land più popoloso e maggiormente investito dall’ondata di maltempo. Centinaia di casi di allagamento sono stati denunciati in alcuni centri del Nordreno-Vestfalia. Particolarmente colpita la località di Hagen dove, secondo il portavoce della polizia, “la gente è disperata” a causa dell’enorme quantità di acqua che sta riempiendo gli scantinati. Proprio a causa delle inondazioni oltre 100 rifugiati hanno dovuto evacuare un centro di accoglienza in un edificio scolastico di Erkrath, vicino a Duesseldorf.

Germania, piogge e torrenziali: 6 morti e almeno 50 dispersi. “Preoccupata per tutte le persone in pericolo”

Il bilancio, 6 morti e almeno 50 dispersi, potrebbe aggravarsi di ora in ora: le piogge hanno fatto straripare fiumi, sradicato alberi, inondato le strade. I soccorritori sono al lavoro per liberare le persone rimaste bloccate in casa ma le operazioni sono rese ancora più difficoltose dalle numerose vie di accesso ostruite.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Miami, scoperti due cadaveri nella villa in cui fu ucciso Versace

Le autorità hanno chiesto agli abitanti di restare in casa, laddove possibile, e di “spostarsi nei piani superiori se necessario“. La dirigente della Renania-Palatinato, Malu Dreyer, si è detta “preoccupata per tutte le persone ancora in pericolo“.