Saman Abbas, spunta un’altra ipotesi: “Testimonianza non vera”

0
169

Il caso della 18enne pakistana Saman Abbas, spunta un’altra ipotesi: “Testimonianza del fratello non vera”.

(screenshot video)

“Sarebbe importante arrivare a un arresto e a una svolta”, così Flaminia Bolzan ospite di Gianluca Semprini a Estate in diretta parla del caso di Saman Abbas, la giovane pakistana scomparsa nel nulla a Novellara e che sarebbe stata uccisa dai suoi familiari perché aveva rifiutato un matrimonio combinato. La criminologa nota come ci siano difficoltà nelle indagini e i motivi sono chiari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Saman Abbas: avviate le pratiche per l’estradizione dei genitori

Spiega la Bolzan: “Ci sono stati degli spostamenti e questi sono arrivati in Paesi diversi dal nostro, quindi diventa difficile anche tracciare i percorsi, pur potendo fare delle ipotesi in questo senso”. Plaude al lavoro di ricerca degli inquirenti, ma osserva che essendo passati molti giorni, “in relazione anche alle condizioni climatiche, noi staremmo parlando di un corpo in un avanzato stato trasformativo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Video dal dark web dell’uccisione di una donna: si indaga per capire se è Saman Abbas

La criminologa Flaminia Bolzan esamina il caso di Saman Abbas

Per cui, Flaminia Bolzan indica due elementi che rendono difficili le indagini e le ricerche, ovvero il fatto che molti dei protagonisti di questa vicenda siano ormai all’estero in Paesi dove sono di fatto irreperibili e appunto il corpo che dovrebbe essere in avanzato stato di decomposizione. Peraltro, ci sono come elementi probatori o fortemente indiziari la testimonianza del fratellino Saman Abbas, che accusa lo zio, e un video con tre uomini ripresi dalla telesorveglianza.

Flaminia Bolzan parla poi di “denuncia tardiva” e sulle parole del fratellino evidenzia: “Noi vediamo che la realtà si profila come differente, i primi aguzzini di Saman sono i suoi genitori”. La criminologa si concentra sulla figura del padre della ragazza: “Anche il fidanzato sottolinea come sia stato lui a minacciarlo, quindi la figura del padre di Saman torna a essere centrale. Riguardo alla testimonianza del fratello, il fatto che sia attendibile non significa che sia vera”.