Massimo Adriatici: chi è l’assessore di Voghera arrestato per omicidio

0
106

Cosa sapere sull’avvocato penalista Massimo Adriatici: chi è l’assessore alla sicurezza di Voghera arrestato per omicidio.

(Facebook)

Si trova agli arresti domiciliari Massimo Adriatici, Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale presso Comune Di Voghera e avvocato penalista. L’accusa per lui è gravissima: ieri sera, nel corso di una discussione in un bar in centro, ha tirato fuori una pistola regolarmente detenuta dalla tasca e ha ucciso un uomo, un cittadino marocchino di 39 anni. Da meno di un anno, era assessore in una giunta di centrodestra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Lutto Juve: grave perdita per la squadra bianconera

Candidato con la Lega di Salvini, l’avvocato era infatti stato eletto a settembre 2020 e successivamente nominato assessore della giunta guidata dalla sindaca Paola Garlaschelli. Laureato in giurisprudenza, aveva insegnato anche come professore a contratto di diritto processuale penale presso Università del Piemonte Orientale. Inoltre è docente di diritto penale e procedura penale presso Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Taranto, sparatoria notturna in discoteca: 10 feriti di cui 1 grave

Chi è Massimo Adriatici, assessore arrestato per omicidio

Sul proprio profilo personale di Facebook, l’assessore promuoveva la sua attività politica, soprattutto in campagna elettorale, l’immagine di copertina è una piazza principale della cittadina pavese piena per il comizio di Matteo Salvini. Secondo la ricostruzione dei fatti su quanto avvenuto nella serata di ieri, l’assessore e l’uomo di nazionalità marocchina avevano litigato in un bar in piazza Meardi.

La discussione sfociata poi nel delitto verterebbe intorno all’ordinanza promossa dallo stesso assessore Adriatici la scorsa settimana. Questa vieta la vendita di alcol, soprattutto di bibite alcoliche contenute in bottiglie di vetro. Nelle scorse settimane, a quanto pare, ci sarebbero stati episodi di violenza, legati proprio a liti a colpi di cocci di vetro. Secondo la ricostruzione, le ferite dell’uomo non sembravano gravi e infatti è arrivato in codice giallo in ospedale, poi la drammatica morte.