“Vite al limite”: Doug Armstrong, il cambiamento è impressionante

0
689

E’ a dir poco incredibile il cambiamento di Doug Armstrong, star della sesta stagione di “Vite al limite”: ha perso 100 chili

(Screen facebook)

Fin dalla sua prima apparizione a “Vite al limite“, nel 2017, Doug Armstrong è subito entrato nel cuore dei telespettatori per la sua determinazione nel trasformare il proprio corpo, e di conseguenza la propria vita tanto da ispirarli a emularlo. Negli successivi alla sua partecipazione al programma Doug è riuscito a tenere sotto controllo il peso e a diventare un padre di famiglia migliore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Federica Pellegrini: l’amore, il nuoto, i trionfi mondiali e alle Olimpiadi

In effetti, Doug era già padre di tre figli e pesava 310 chili quando è apparso nel corso della sesta stagione di “Vite al limite”. Con un’infanzia traumatica alle spalle (sua madre lo ha abbandonato) Doug ha incominciato ad accumulare peso durante l’adolescenza e non si è fermato nell’età adulta: infatti per combattere contro la dipendenza dall’alcol e  dalle droghe sostituiva le sostanze stupefacenti e l’alcol con il cibo, il che ha contribuito ad aumentare enormemente il suo peso. Resosi conto che così rischiava di perdere la propria famiglia, Doug ha deciso di contattare il Dr. Younan Nowzaradan di “Vite al limite”.

“Vite al limite”: Doug Armstrong, il cambiamento è impressionante. Ha perso 100 chili

L’eccessivo peso ponderale gli impediva di muoversi per casa, di svolgere le faccende domestiche e soprattutto di giocare e occuparsi dei figli al punto tale che, come confessato dallo stesso Doug, “mia moglie stava praticamente allevando la nostra famiglia da sola“. Di qui la decisione di partecipare al programma “Vite al limite” nel corso del quale ha perso ben 100 chili. Doug ha sempre tenuto aggiornati i fan, attraverso la sua pagina facebook, sulla sua costante perdita di peso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Tokyo 2020, solo argento per la Bacosi nella gara skeet del Tiro a Volo

Sebbene sia un padre più presente e un marito più collaborativo, Doug è consapevole di avere ancora molta strada da percorrere prima di essere completamente a proprio agio con il proprio corpo: “Ho ancora del lavoro da fare ma sento di essere già arrivato in un posto in cui sono felice. Vivere la vita che ho ora mi fa venire voglia di non tornare più indietro“.