Tennis, Sinner conquista Washington: è il suo terzo titolo in carriera

0
288

Jannik Sinner dopo quasi tre ore di gioco ha sconfitto Mackenzie McDonald aggiudicandosi il Citi Open di Washington: adesso è il numero 15 della classifica Atp.

sinner vince il citi open a washington
Credit: Mitchell Layton/Getty Images

Jannik Sinner è il re di Washington. La promessa del tennis italiano ha vinto il Citi Open superando in finale lo statunitense Mackenzie McDonald in tre set. Il punteggio finale è 7-5, 4-6, 7-5. Per il 19enne altoatesino, che aveva deciso di non prendere parte alle Olimpiadi di Tokyo, si tratta del primo torneo Atp 500 vinto e del terzo titolo in carriera dopo quelli conquistati a Sofia nel 2020 e a Melbourne lo scorso febbraio.

Inoltre, dopo Matteo Berrettini, è il secondo tennista italiano ad aver raggiunto nella stessa stagione la finale in tutte e tre le categorie delle competizioni Atp, ossia 250, 500 e 1000. Adesso, oltre a portarsi a casa il montepremi da 1.895.290 dollari, Sinner segna anche un importante balzo nella classifica Atp salendo dal 24esimo al 15esimo posto. Si tratta del suo best ranking. Il prossimo obiettivo è ora lo US Open, che prenderà il via il 30 agosto.

Ti potrebbe interessare anche -> Jannik Sinner: chi è la fidanzata Maria Braccini

Sinner vince il City Open di Washington: il resoconto della finale

Il match giocato sul cemento di Washington è durato complessivamente 2 ore e 53 minuti. Per Jannik Sinner, testa di serie, non è stata una passeggiata: il 26enne MacKenzie McDonald, numero 107 al mondo e approdato per la prima volta in carriera alla finale di un torneo del circuito maggiore, si è rivelato essere particolarmente in forma. Il tennista altoatesino dopo essersi aggiudicato il primo set non è riuscito a ripetersi nel secondo.

Ti potrebbe interessare anche -> Lea Pericoli, la ‘divina’ del tennis italiano: scopriamo chi è

Nel terzo e ultimo set ha poi commesso diversi errori mettendo a rischio la vittoria e portando l’avversario sul 5 pari. Da quel momento Sinner è però tornato a spingere, riuscendo a conquistare il game decisivo con un ottimo passante. Il 19enne italiano, dopo le difficoltà registrate a inizio estate, sembra essere tornato vicino alla sua condizione fisica e mentale migliore.