CNN: uccisi civili nel raid Usa a Kabul contro kamikaze dell’Isis-K

0
104

Nuovi raid degli Stati Uniti a Kabul contro obiettivi dell’Isis-K in Afghanistan sono stati operati nella giornata di ieri. Il capitano della Marina americana Bill Urban ha spiegato, come riporta la CNBC che l’attacco ha eliminati “un’imminente minaccia ISIS-K all’aeroporto internazionale Hamad Karzai”. Cresce intanto il timore per una nuova escalation di attentati e, proprio nella giornata di oggi gli Stati Uniti hanno intercettato 5 razzi vicino l’aeroporto nella capitale.  Secondo la CNN, durante il raid degli USA sono morti 9 civili – il Pentagono prova a verificare le vittime.

(Photo by Chip Somodevilla/Getty Images)

Cresce la soglia di attenzione in Afghanistan dopo l’attentato in cui hanno perso la vita a più di 170 persone, incluse donne e bambini. Gli Stati Uniti hanno dato via nella giornata di ieri ad un raid, mirato ad eliminare alcuni kamikaze dell’Isis-K. In una prima fase l’operazione è stata annunciata dalla Marina americana come un probabile successo fino alle verifiche – ma a specificare che durante il raid sono stati colpiti dei civili, è stata la CNN, che ha riportato la morte di 9 civili, forse più, secondo alcuni testimoni, un intero nucleo familiare – uccisi anche 3 bambini. La vittima più giovane aveva 2 anni. A raccontare i fatti sono stati parenti e vicini: quest’ultimi hanno invano cercato di spegnere le fiamme, racconta la CNN.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nicole Gee, la marine USA uccisa in Afghanistan: uno dei simboli del dramma

Alla fine le forze di difesa americane hanno riportato la possibilità che potessero esserci state vittime civili; “Saremmo profondamente rattristati se ci fossero vittime innocenti” hanno fatto attraverso il portavoce del Comando centrale degli Stati Uniti, spiega l’emittente, aggiungendo che sono in corso ulteriori verifiche. Un funzionario ha poi spiegato che l’attacco è stato eseguito nei pressi del quartiere Khaje Bughra di Kabul. Il raid è stato eseguito attraverso un drone – il secondo nel giro di tre giorni verso obiettivi dell’Isis-K, a seguito della segnalazione di un nuovo pericolo di un atto terroristico. Forte reazione anche da parte dei talebani, che hanno condannato gli Stati Uniti per l’attacco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Caduta di Kabul: l’ambasciata americana avvertì Blinken

Intanto, ad un giorno dal ritiro ufficiale delle forze americane dal territorio afghano, i talebani sono pronti a prendere il controllo dell’aeroporto di Kabul. Alle 21 (ore italiane) atteso il vertice d’urgenza G7-Ue-Nato, per discutere della delicata situazione. Alla riunione parteciperanno anche la Turchia e il Qatar. Al momento i talebani hanno assicurato gli Stati Uniti e l’Ue che permetteranno la partenza di tutti gli afghani in possesso di un passaporto.