L’investimento di Bezos punta ad estendere la durata della vita umana

0
446

Abbiamo ormai compreso che Jeff Bezos ha spostato i propri interessi sui viaggi spaziali, puntando a diventare, in concorrenza con Elon Musk, un punto di riferimento per i futuri voli sub-orbitali. Adesso però, secondo alcune indiscrezioni, l’ex numero uno di Amazon prova a sorprendere tutti, investendo sulla Startup Altos Labs, una società bio-tech che prova a rimescolare le carte sulle aspettative di vita degli esseri umani. 

(Photo by Joe Raedle/Getty Images)

Qualcuno sta puntando a prolungare le aspettative di vita degli esseri umani. Si tratta della startup Altos Labs, azienda su cui, il miliardario Jeff Bezos sembra puntare, secondo un’indiscrezione, lanciata anche dalla CBS News, che cita in merito la rivista Technology Review del MIT. Secondo la rivista del Massachusetts Institute of Technology, Bezos starebbe fornendo il proprio contributo per la ricerca, insieme ad altri investitori e magnati – come il russo Yuri Milner.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Jeff Bezos: è ancora scontro legale per la questione SpaceX

Il programma su cui Altos Labs sta riversando le proprie forze e gli investimenti, ha al centro del progetto la cosiddetta “tecnologia di riprogrammazione” – si tratta di un metodo per il ripristino delle cellule adulte, basato sulle cellule staminali. Secondo alcuni scienziati, spiega la CBS, la riprogrammazione dispone di grande potenziale, anche per il trattamento delle lesioni al midollo, per il recupero della vista e per altri tipi di lesione e invecchiamento. Tra gli scienziati pronti ad abbracciare il progetto, la CBS, cita anche Steve Horvath, genetista dell’Università della California e Shinya Yamanaka, per quanto riguarda il Comitato Consultivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bezos nello spazio può essere il futuro del pianeta?

Per Bezos non si tratterebbe di una prima volta, difatti, l’ex CEO di Amazon ha già degli investimenti attivi in diverse società bio-tech. Negli ultimi anni, programmi del genere hanno preso sempre più piede, soprattutto negli Stati Uniti, in particolar modo nella Silicon Valley: tanto da spingere Google ad investire in un laboratorio di ricerca “anti-invecchiamento”. Scelte del genere si scontrano spesso con pareri favorevoli, ma anche con contrastanti forme di pensiero, tra chi crede che la vita sia inviolabile e che ricerche del genere vadano a ribaltare la sacralità della vita. Non è mancata la voce dell’eterno “rivale” Elon Musk a commentare la scelta di Bezos. In un Tweet, il fondatore di SpaceX, con tono ironico ha scritto che “nel caso in cui la ricerca non dovesse dare i frutti sperati, Jeff Bezos “farà causa alla morte”.