“Se vuoi parlare, mettici la faccia”, Vasco scatena i fan sui social

In un’intervista Vasco Rossi ha sottolineato: “Se vuoi parlare, mettici la faccia”, il rocker di Zocca scatena il putiferio sui social.

Vasco Rossi contro profili fake e troll di ogni specie: il rocker di Zocca, nel corso dell’ultima intervista rilasciata a Susanna Galeazzi (la figlia del grande e indimenticabile Giampiero), se la prende con chi si nasconde dietro nickname falsi per attaccare sui social network. Si tratta di un fenomeno diffusissimo.

(screenshot video)

E proprio il cantautore, che a febbraio compirà 70 anni, non ne è esente: proprio a causa di alcune prese di posizione su cannabis ed eutanasia, con relative raccolte firme per il referendum, Vasco Rossi è stato attaccato sui social network da decine di account. Nella maggior parte dei casi, questi erano profili falsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Vasco Rossi, il dramma della fan: “Non posso più farlo”

Una pratica che al cantautore non piace e nel corso dell’intervista lo mette nero su bianco, facendo la sua di proposta. Una proposta che si può definire sull’uso consapevole dei social network, anche se in molti evidentemente non hanno già gradito la sua presa di posizione. Su Facebook, il cantante ha postato un breve estratto dell’intervista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Morte Galeazzi, la figlia Susanna e quel rapporto con Vasco Rossi

Il pensiero di Vasco Rossi sui social apre un dibattito sul loro uso: ecco cosa ha detto

(screenshot video)

I social network, ha spiegato Vasco Rossi nell’intervista andata in onda su Canale 5, “dovrebbero finalmente regolarli, tu per avere una pagina devi avere un indirizzo, nome e cognome”. Poi aggiunge: “A quel punto, tu puoi esprimere un’opinione ed esprimi un’opinione in maniera democratica”.

Secondo il rocker di Zocca, se si usa un nickname, non ci si sta esprimendo in modo democratico: “Questo è tutto il contrario della democrazia, questa è delazione”. Il primo commento al post di questa mattina su Facebook, guarda caso, è proprio arrivato da un profilo falso, che ha definito Vasco Rossi un ex tossico, che avrebbe rovinato migliaia di giovani con la sua musica.

Vasco Rossi, la reazione della fan al post pubblicato su Facebook (Screenshot)

Commento poi puntualmente rimosso, proprio in virtù del fatto che spesso chi commenta non si assume le responsabilità delle proprie azioni. Intanto, in molti sostengono proprio l’idea di Vasco Rossi: “I social sono un grande strumento per la comunicazione di massa, peccato che dietro ad una tastiera spesso ci sono degli imbecilli”, commenta un’utente. E aggiunge: “Ci vuole coraggio a esporsi, tu ne hai da vendere”.