Gabriel Garko gay, i genitori: “Lo sapevano e mi hanno anche coperto”

Gabriel Garko parla dell’amore profondo dei suoi genitori anche dopo il coming out dichiara di non essere mai stato giudicato per essere gay.

Gabriel Garko, nato Dario Gabriel Oliviero, racconta di come i suoi genitori non hanno mai giudicato la sua omosessualità. Poi Garko racconta la recente scomparsa di suo padre, e lo fa con un post sul suo profilo Instagram.

POTREBBE INTERESSARTI: Gabriel Garko ha un nuovo fidanzato: ecco chi è Mattia Emme

Gabriel Garko (fonte: gettyimages)
Gabriel Garko (fonte: gettyimages)

“Ciao papà,  fai buon viaggio”, è questa la descrizione che Garko scrive vicino alla foto ingiallita di suo padre. L’attore torinese ha dichiarato sui social che il papà non stava bene da tempo. E’ lampante la somiglianza che intercorre tra Claudio Oliviero e suo figlio Dario Gabriel. L’uomo lavorava come pasticcere, ed era originario di Vicenza.

Sono stati molti i messaggi di cordoglio che Garko ha ricevuto da fan e colleghi. “Ho visto ora che e venuto mancare tuo padre condoglianze la sua anima riposa in pace con Dio farò una preghiera per lui”, scrive un utente su Instagram. Mentre l’attrice Eva Grimaldi scrive: “Gabriel avevi bisogno di un buon angelo, ora ce l’hai non dimenticarlo mai”.

Quando ad ottobre 2020 Garko decise di dichiarare la sua omosessualità, fu difficile placare il caos mediatico che ne derivò. Ma le persone a lui più care, compresi papà Claudio e mamma Isabella, era già noto. L’attore racconta che non è stato mai giudicato da loro, né dalle sorelle che anzi, lo dichiara che lo anno sempre aiutato e coperto. Gabriel Garko ha in tutto tre sorelle, le due maggiori, Nadia e Sonia e una minore, Laura.

POTREBBE INTERESSARTI: Arisa e Vito Coppola: la cantante fa chiarezza sui loro baci

Anche nel mondo dello spettacolo alcuni dei suoi colleghi più stretti sapevano era gay, ma cercava di non esporsi troppo per paura di non lavorare più, afferma Garko. Però l’attore afferma di non aver mai mentito al pubblico, perchè “il primo ad essersi preso in giro sono stato io”, ha detto durante un intervista da Silvia Toffanin.