Jenny Cantarero, una telecamera ha ripreso l’assassino: cosa sappiamo

Nuovi risvolti sull’omicidio di Jenny Cantarero: una telecamera avrebbe ripreso l’assassino mentre fuggiva.

Giovanna Cantarero, detta Jenny, è stata uccisa venerdì scorso a Lineri, in provincia di Catania. La 27enne è stata sparata a morte durante la sera dello scorso fine settimana. Le indagini in questi giorni stanno cercando di delineare il killer che ha stroncato la vita della giovane catanese. Oggi, dei video ripresi dalle telecamere di sorveglianza presenti in strada, potrebbero aver ripreso l’omicida.

POTREBBE INTERESSARTI: Tornado Usa, Mayfair rasa al suolo: sale a 93 il bilancio delle vittime

L’uomo ripreso dalle telecamere ha il volto coperto da un casco integrale e le immagini avrebbero ripreso proprio il momento in cui il killer si stava allontanando dopo aver sparato al volto di Jenny. Gli inquirenti hanno deciso di non divulgare il presunto assassino della ragazza, ma si ritiene sia un maschio di circa 30 anni e con conoscenza nell’ambito malavitoso catanese.

L’uomo, secondo alcune indiscrezioni sarebbe anche sposato, ma avrebbe avuto una relazione con la ragazza. Procura ed investigatori mantengono uno stretto riserbo sulle indagini. Intanto, si attende l’esito dell’autopsia di Jenny Cantarero.

POTREBBE INTERESSARTI: Attentato suicida in scuola ortodossa, feriti sette studenti

La 27enne nella sera dell’omicidio, era in compagnia di un collega, mentre attendeva la madre. L’uomo che era in compagnia di Jenny ha potuto assistere a tutta la scena del tragico incidente ed è stato ascoltato dalle forze dell’ordine. La ragazza lavorava in un panificio e lascia una figlia di 4 anni.