Forte scossa di Terremoto a Creta: la magnitudo e i danni provocati

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita all’alba di oggi, mercoledì 29 dicembre, in tutto il Mar Mediterraneo, l’epicentro è stato individuato al largo dell’Isola di Creta in Grecia.

La scossa ha avuto una magnitudo di 5.5 gradi ed è la quarta con un epicentro simile fatta registrare negli ultimi giorni. I dettagli e la conta dei danni.

Terremoto Creta

“Per fortuna era in mare aperto”, con questo laconico commento Akiis Tselentis il Direttore Generale del Greek Geodynamic Institute ha spiegato alla stampa locale quanto accaduto all’alba di oggi, mercoledì 29 dicembre, al largo dell’Isola di Creta.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Terremoto a Creta, scossa di magnitudo 6.1

Erano le 6.09 del mattino quando gli abitanti dell’isola della Grecia, ma in realtà tutti gli abitanti presenti un raggio di diversi chilometri, dall’Egitto alla Siria fino a Malta e con cascami anche in Italia, hanno avvertito il boato sordo del terremoto.

Forte scossa di terremoto a Creta

Le prime stime hanno indicato una magnitudo di 6.01 gradi, stima poi corretta a 5.7 ed infine stabilita ufficialmente in 5.5 gradi. L’epicentro è stato individuato in mare aperto a Sud dell’Isola di Creta a circa 20 chilometri di profondità.

Quello di oggi è il quarto terremoto nella zona di questa portata da settembre ad oggi. Il primo è stato registrato a settembre, il 27 per la precisione, ed è stato del 6.1. Poi a ridosso di Natale altre due scosse. Un a ridosso di Kasos con una magnitudo di 5.2 gradi e 9 chilometri di profondità, l’ultima nella stessa zona del terremoto di oggi, ma più in superfice, stimata in 5.4 gradi.

—>>> Leggi anche: Terremoto in Sicilia e scosse nella provincia di Catania: “sballottato dalla sedia”

In tutti e quattro i casi, nonostante la potenza sprigionata, non si sono registrati danni alle cose o alle persone. Ma l’allarme resta alto. E’ chiaramente in atto un sommovimento importante nelle placche della zone e, sempre secondo la parole del direttore dell’istituto greco di Geodinamica, “Se scosse simili si fossero verificata nella parte interna dell’Isola di Creta avremmo avuto danni ingenti”. L’allerta è alta.