Nuovo Ponte Genova, inaugurazione in diretta tv: quanto è costato

0
146

Inaugurazione in diretta tv del Nuovo Ponte di Genova, il San Giorgio che sostituisce il Morandi: quanto è costato e le polemiche.

(ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e delle più alte cariche istituzionali, viene oggi inaugurato alle ore 18.30 il nuovo Ponte di Genova, a quasi due anni dalla tragedia del Ponte Morandi, che causò qualcosa come 43 vittime e una montante ondata di indignazione collettiva per un dramma che sconvolse l’Italia. Il nuovo ponte sul Polcevera si chiamerà ponte “Genova San Giorgio”.

Leggi anche –> Ponte Genova: Vasco Rossi e altri artisti, omaggio a De Andrè

Costi e polemiche sul nuovo Ponte di Genova: oggi l’inaugurazione

La cerimonia di inaugurazione, che per rispetto delle vittime e dei propri familiari, dovrebbe essere sommessa e non celebrativa, verrà trasmessa in diretta su Raiuno e in streaming su Raiplay, servizio gratuito della Rai, a partire dalle ore 18.15, con commento di Filippo Gaudenzi e Nadia Zicoschi con Stefania Battistini e Giuseppe La Venia. L’inaugurazione arriva a poco più di 13 mesi dalla posa della prima pietra, avvenuta il 25 giugno 2019 e il progetto è stato realizzato, come noto, dall’architetto Renzo Piano, uno dei simboli dell’Italia nel mondo.

Non sono mancate le polemiche legate alla realizzazione di questo ponte: innanzitutto nel maggio 2019, la Direzione Investigativa Antimafia escluse l’impresa Tecnodem S.r.l. con sede a Napoli, per pericolo di infiltrazione della criminalità organizzata. A fine 2019, invece, sul cantiere ci fu un incidente sul lavoro, con un incendio che coinvolse, per fortuna senza gravi conseguenze, cinque operai. Polemiche sono infine legate al costo dell’avveniristica opera: il ponte è costato 202 milioni tra la parte della progettazione e quella della costruzione, a cui vanno aggiunti 19 milioni di euro per la completa demolizione del Ponte Morandi.

Leggi anche –> Coronavirus, boom di casi in Italia: come stanno davvero le cose

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here