Anna Valle, l’attrice afflitta da una malattia cronica: “Dolori continui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28
0
1749

La vita privata di Anna Valle, l’attrice afflitta da una malattia cronica: “Dolori continui, ma non c’è una soluzione definitiva”.

(screenshot video)

Protagonista di una nuova fiction su Raiuno, l’attrice Anna Valle è stata Miss Italia a metà anni Novanta ed è sicuramente un personaggio televisivo molto amato. Ma l’ex modella e attrice ha raccontato qualche tempo fa di avere a che fare con una malattia cronica che di fatto non le dà tregua. Infatti, sono noti i suoi problemi con la sindrome del colon irritabile, comunemente nota come colite. “Irritabile, lo chiamano i medici” – ha detto in un’intervista – “È l’aggettivo che rende l’idea: è talmente suscettibile che basta poco per mandarlo in tilt. So che è un problema diffuso per il quale, in realtà, non c’è una soluzione definitiva!”.

Leggi anche –> Anna Tatangelo, chi è il fratello Giuseppe: somiglianza incredibile

La malattia cronica di Anna Valle: soffre di colite

In un’intervista a Ok Salute, l’attrice ha rivelato cosa la fa stare molto male: “Qualsiasi cosa mangiassi stavo male. La pasta in bianco mi creava dei problemi, l’insalatina mi metteva ko, il pollo alla griglia non mi piaceva. Ad un certo punto ho anche pensato di sottopormi ai test per le allergie alimentari e per la celiachia!”. Si tratta – va sottolineato – di una patologia molto comune con la quale si è costretti a convivere. Ma Anna Valle sottolinea di stare molto male: “Mi è capitato di avere fitte per sei ore di fila: non vorrei mai dover ripetere un’esperienza così”.

Si tratta di una condizione clinica indefinita, che ha bisogno di un trattamento molto prolungato e che comunque non porta mai a una soluzione definitiva. Nel corso degli anni, viene riconosciuta con diversi altri nomi, tra cui: sindrome dell’intestino irritabile, IBS (dall’inglese Irritable Bowel Disease), colite spastica, colite nervosa, colon irritabile, colon spastico e colite mucosa. Quello che va sottolineato è che a differenza di altre patologie legate all’intestino, come per esempio il morbo di Crohn o la colite ulcerosa, la sindrome non dà fortunatamente seguito a problemi più gravi come ad esempio il cancro al colon.

Leggi anche –> Morto Patrick Quinn: creò la Ice Bucket Challenge