Covid, USA: via libera al vaccino. La prima dose a un’infermiera di New York

0
519

Oggi sono iniziate le prime vaccinazioni anche negli Stati Uniti. La prima a ricevere il vaccino Pfizer è stata un’infermiera.

Vaccino coronavirus Pfizer Crisanti

La campagna di vaccinazione negli Stati Uniti è appena incominciata. La priorità per la somministrazione è stata data a operatori sanitari e residenti delle case di cura. La prima a ricevere la dose Pfizer-BioNTech è stata un’infermiera di New York.

Leggi anche -> Infettivologo Bassetti: “Prossima pandemia? Probabilmente la febbre gialla”

USA: somministrata la prima dose di vaccino

La campagna di vaccinazione degli Stati Uniti è incominciata da New York. Poco dopo le 9 di questa mattina, 14 dicembre, è stata somministrata la prima dose di vaccino ad un’infermiera del reparto di terapia intensiva del Queens, il distretto più esteso della metropoli statunitense.

Sandra Lindsay, questo il nome dell’infermiera, ha ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer-BioNTech presso il Long Island Jewish Medical Center nel Queens, New York, uno dei primi epicentri dell’epidemia Covid-19 del paese. A seguire la vaccinazione in diretta streaming c’era anche il governatore di New York, Andrew Cuomo, che alla fine della vaccinazione ha applaudito a lungo. Donald Trump, invece, ha esultato con un suo immancabile tweet: “Primo Vaccino somministrato. Congratulazioni USA! Congratulazioni MONDO!”

“Non sembrava diverso dall’assunzione di qualsiasi altro vaccino. Oggi mi sento fiduciosa, sollevata. Spero che questo segni l’inizio della fine di un periodo molto doloroso della nostra storia. Voglio infondere nell’opinione pubblica la fiducia che il vaccino sia sicuro” ha detto Lindsay.

La priorità per la somministrazione del vaccino, negli Stati Uniti è stata data dapprima al personale medico sanitario e poi ai residenti delle case di cura. Quello di oggi, si designa come un grande passo per un Paese fortemente colpito dal Covid e che sino ad oggi ha registrato 16.286.343 casi e 299.489 decessi a causa del virus.

Negli USA, il vaccino sviluppato da Pfizer e dal suo partner tedesco BioNTech, ha ottenuto l’approvazione per l’uso d’emergenza da parte dei regolatori federali venerdì, dopo che, in un ampio studio clinico, è stata annunciata la sua efficacia al 95% nella prevenzione della malattia.

Leggi anche -> Addio a Gianni, l’uomo de “l’ottimismo è il profumo della vita”

Le prime spedizioni del vaccino contro il Coronavirus, sono partite domenica dalla struttura della Pfizer nel Michigan, imballate in camion con ghiaccio secco per mantenere le necessarie temperature. Le dosi arriveranno in 145 centri di distribuzione. Altri 425 siti le riceveranno martedì e i restanti 66 mercoledì. Il vaccino verrà distribuito in base alla popolazione adulta di ogni stato.