Natale con il covid, chi possiamo invitare al cenone e cosa non fare

0
486

Natale, in dirittura d’arrivo le decisioni ufficiali mentre si delinea sempre più cosa sarà consentito e cosa sarà vietato

Natale Covid
Getty Images

Con molto ritardo il governo si appresta a prendere le decisioni sull’imminente Natale, il primo della storia con il Covid e che pertanto sarà molto diverso. Il tema è sempre lo stesso: cosa possiamo fare nei giorni festivi e alle vigilie di questi? Il dibattito tra rigoristi e aperturisti prosegue, lasciando ancora tanti dubbi agli italiani.

Delle certezze, o quasi, pare che ci siano, in attesa di vedere tutto nero su bianco. Per tutto il periodo festivo, dal 24 dicembre al 6 gennaio, nei giorni festivi e prefestivi su tutto il territorio nazionale saranno in vigore le regole per la zona rossa mentre nei giorni lavorativi la zona arancione.

Si resta sempre nel campo delle ipotesi ma pare quasi certa passare la linea proposta di far consentire gli spostamenti dei cittadini residenti in Comuni al di sotto di 5000 mila abitanti in un raggio di 30 chilometri, vietato però andare nella città capoluogo anche se rientra in questa fascia chilometrica.

POTREBBE INTESSARTI ANCHE >>> Vaccino Moderna, Burioni: “Blocca anche la trasmissione, il virus è finito”

Natale, a tavola con massimo due persone non conviventi esclusi under 14

Si potrà fare il classico cenone o pranzo di Natale e Capodanno? Sì, ma non come lo abbiamo sempre fatto. Ci si potrà spostare per andare in un’altra casa purché gli ospiti che in quelle mura non convivano siano massimo due.

Mancano dei dettagli perché delle norme potrebbero essere in contrasto. La zona rossa prevede di uscire di casa solo per motivate causa e ora bisogna capire se andare a pranzo altrove con solo un’altra persona rientra tra i motivi consentiti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’eurodeputato Ciocca (Lega) : “Vaccini? Un lombardo ammalato vale di più”

Dalla conta delle persone che non possono spostarsi per la cena fuori dalla propria casa sono esclusi i bambini under 14. In pratica se una coppia ha due figli inferiore a quell’età, può recarsi a pranzo in un’altra casa.