Muore uomo nel biellese dopo aver aggredito i carabinieri

0
405

Muore dopo aver aggredito i militari, a Quaregna, nel biellese. La vittima, un 50enne armato di coltello e probabilmente ubriaco, si era scagliato contro i carabinieri che erano arrivati sul posto dopo la segnalazione del 118. 

(Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Sembra che il 50enne sia stato colpito da un colpo di arma da fuoco a seguito di una colluttazione con un carabiniere, che è rimasto ferito. Sembra essere questa la ricostruzione dell’accaduto. Erano circa le 23,30, nei pressi di Quaregna Cerreto, nel Biellese. Fin da subito le condizioni del 50enne sono apparse gravi, i medici ne hanno constatato la morte dopo diverse ore. Anche il militare dell’arma dei carabinieri è rimasto ferito durante l’intervento per placare l’uomo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto Luigi Albertelli: il paroliere di Tortona si è spento a 86 anni

Dalle prime indagini pare che sia arrivata una chiamata al 118 “C’è un uomo che dà in escandescenze, è ubriaco e ha tentato il suicidio”. Il fatto si sarebbe consumato in Via Roma, periferica rispetto al centro di Quaregna. La pattuglia con a bordo i due carabinieri del nucleo radiomobile di Cossato si recava quindi sul posto. Già dalle prime fasi dell’intervento i militari hanno riconosciuto l’uomo 55enne: che in passato aveva già dato vita a episodi del genere. Nel contempo interveniva anche una autoambulanza del 118. La ricostruzione parla anche del tentativo di bloccare l’uomo con dello spray al peperoncino, che a quanto sembra non ha portato agli effetti desiderati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Texas spezzato dal gelo: desta sgomento la fuga di Ted Cruz

Successivamente, durante la colluttazione, pare che un carabiniere abbia estratto l’arma per poi sparare alla vittima, nel tentativo di sedare l’uomo. Ma il proiettile è stato mortale poiché dirottato sul petto del 55enne. L’uomo veniva soccorso e caricato in ambulanza nella corsa al trasporto verso Biella, in modo preciso all’ospedale di Ponderano. All’arrivo in ospedale non c’è stato più nulla da fare, vani i tentativi e il ricovero da parte dei medici per salvargli la vita. L’uomo è deceduto dopo qualche ora. Anche il carabiniere ferito è stato ricoverato ma con delle lievi ferite.

Sui fatti accaduti indaga il nucleo investigativo di Biella, sotto la direzione e la coordinazione del procuratore capo Teresa Angela Camelio.