Brittany Murphy, la misteriosa morte: omicidio o fatalità

0
1018

Cosa è successo all’attrice Brittany Murphy, la misteriosa morte: omicidio o fatalità, dovuta a un’overdose di farmaci.

(screenshot video)

Nel 2009 la nota attrice di Hollywood, Brittany Murphy è stata trovata morta nella sua villa da 3 milioni di dollari. Alcune persone hanno riferito che la starlet aveva combattuto a lungo i sintomi simil-influenzali poche settimane prima della sua morte. Il medico legale ha stabilito che la Murphy era morta per cause naturali affermando che era morta di polmonite e anemia da carenza di ferro dal suo periodo.

LEGGI ANCHE >>> Dawn Schiller, chi è la donna che si era innamorata di John Holmes

Il rapporto dell’autopsia affermava che la prescrizione di farmaci che stava assumendo indeboliva il sistema immunitario della star. La maggior parte delle testate giornalistiche ha riferito che il consumo di farmaci era aumentato molto prima della sua morte in quanto prendeva medicine per far fronte al dolore di un incidente d’auto e soffriva per le convulsioni.

LEGGI ANCHE >>> Rebecca Zahau, delitto senza colpevole: il giallo della giovane donna

La morte di Brittany Murphy è un caso ancora aperto

Durante le riprese di un film indipendente a Porto Rico, Brittany Murphy aveva contratto lo Staphylococcus aureus. Per affrontare tutto, ha preso pillole per l’emicrania, spray nasale da banco e antibiotico Biaxin. Il giorno della sua morte, il medico legale ha riferito che aveva assunto un farmaco antiepilettico e altri farmaci, compreso un antidepressivo. Dopo l’autopsia, il medico legale ha dichiarato che Murphy era malata da almeno due settimane ma non sarebbe andata da un medico temendo per la sicurezza del suo lavoro a Hollywood.

Alcuni anni dopo, suo padre, Angelo Bertolotti, di origini italiane, ha affermato di sentire che “qui siamo davanti a una situazione di omicidio”. Affermazioni a sua volta contestate dalla madre dell’attrice, secondo la quale il padre voleva negare l’assunzione di farmaci e droghe in eccesso da parte della figlia attrice. Bertolotti ha evidenziato che analisi di laboratorio indicavano che i capelli di sua figlia contenevano dieci metalli pesanti somministrati da una terza parte con “possibile intento criminale”. Le affermazioni di Bertolotti hanno solo aumentato le speculazioni sulla morte della star di Ragazze a Beverly Hills, ma nessuna è stata ancora confermata.