Coronavirus, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani: polmonite

0
423

Focolaio di Coronavirus nella nazionale italiana, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani: polmonite per l’ex centrocampista.

(Claudio Villa/Getty Images)

L’ex calciatore della Roma e della Nazionale, Daniele De Rossi, 38 anni, si trova ricoverato da ieri sera allo Spallanzani di Roma, specializzato in malattie infettive. Il ricovero dell’assistente tecnico della nazionale guidata da Roberto Mancini si è reso necessario a causa del Covid. La positività dell’ex calciatore nei giorni scorsi.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo-> Daniele De Rossi torna in Nazionale: nello staff con Mancini

Infatti, Daniele De Rossi era risultato positivo al Coronavirus la scorsa settimana, insieme ad altri tre membri dello staff azzurro. Stando a quello che si apprende, l’ex calciatore  della Roma – recordman di presenze in giallorosso dopo Francesco Totti – avrebbe contratto la polmonite.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo-> Nazionale, casi di Covid nello staff azzurro: positivi De Rossi e Vialli

Polmonite da Coronavirus: come sta Daniele De Rossi

nazionale covid

Proprio per tale ragione, nonostante le sue condizioni vengano definite discrete, i sanitari hanno preferito che venisse ricoverato precauzionalmente in ospedale. Non si conoscono i suoi parametri, che potrebbero essere definiti nelle prossime ore da un bollettino medico. Appena a metà marzo, Daniele De Rossi era entrato nello staff della nazionale di calcio. “Orgoglioso di iniziare questa nuova avventura con la Nazionale”, ha detto ringraziando il Ct Mancini e il presidente federale Gabriele Gravina.

Daniele De Rossi sta attualmente studiando anche per ottenere il patentino e diventare allenatore di calcio. Tra i positivi al Coronavirus, nello staff azzurro ci sarebbe anche Gianluca Vialli. L’ex spalla di Roberto Mancini alla Sampdoria negli anni passati aveva dovuto combattere contro il cancro. Tra i calciatori risultati positivi, anche il difensore della Juventus, Leonardo Bonucci.