Riaperture e spostamenti, arriva il Pass: ecco cosa permette di fare

0
201

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha anticipato in conferenza stampa l’arrivo di un Pass che permetterà spostamenti senza limitazioni in tutta Italia e la partecipazione a determinati eventi. 

riaperture, arriva il pass per gli spostamenti
Credit: Emanuele Cremaschi/Getty Images

La ripartenza dell’Italia è ormai avviata: il governo Draghi è al lavoro per definire il nuovo decreto Covid che reintrodurrà nelle Regioni la zona gialla dopo mesi di assenza e consentirà la riapertura graduale di ristoranti, teatri, cinema, palestre, piscine e tutte le altre attività colpite dalle restrizioni e dalla crisi economica.

Tra le novità del decreto, che potrebbe arrivare in Consiglio dei ministri tra lunedì 19 e mercoledì 21 aprile, c’è quella relativa al Pass, una sorta di “lasciapassare” che restituirà la facoltà di spostarsi in tutto il territorio nazionale e di avere accesso a determinati eventi. Il documento potrebbe essere molto simile a quello pensato per viaggiare in Europa, il cosiddetto “passaporto sanitario” presentato dal funzionario Ue Thierry Breton.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, Breton presenta il passaporto sanitario: ecco come funziona

In arrivo il Pass per gli spostamenti: tutti i dettagli

Il “lasciapassare” a cui sta lavorando l’esecutivo è stato pensato con l’obiettivo di certificare l’avvenuta vaccinazione, la negatività di un test Covid (forse nell’arco temporale delle ultime 48 ore) o l’avvenuta guarigione dall’infezione. Se la novità dovesse essere confermata dal nuovo decreto, chi entrerà in possesso del Pass potrà muoversi liberamente in tutta Italia, a prescindere dal colore delle varie Regioni, e accedere a eventi culturali o sportivi.

Ti potrebbe interessare anche -> Ue: Certificato vaccinale europeo sarà operativo da luglio

Secondo le indiscrezioni, la proposta anticipata dal Presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso della conferenza stampa sulle riaperture avrebbe già ottenuto il via libera dei ministri. Ancora però non è chiaro se il Pass dovrà essere rilasciato ai cittadini dall’Asl, dalla Regione di appartenenza o da un altro ente sanitario. Gli aggiornamenti sono attesi per la prossima settimana.