Covid, l’avviso dell’ambasciata Usa: “Non viaggiate in Italia”

0
90

L’ambasciata Usa con sede a Roma ha pubblicato sul suo sito un travel advisory sconsigliando agli americani di recarsi in Italia per via dell’emergenza Covid. Inoltre viene ribadita cautela in merito a possibili attacchi terroristici.

ambasciata usa sconsigli i viaggi in italia per l'emergenza covid
Credit: Spencer Platt/Getty Images

Gli Stati Uniti raccomandano ai propri cittadini di non viaggiare in Italia per non rischiare di contrarre il Covid-19. L’allerta stabilita per il nostro Paese è di un livello particolarmente alto a causa della situazione di emergenza pandemica. L’ambasciata Usa di Roma ha pubblicato sul suo sito ufficiale un travel advisory per allertare del possibile pericolo a cui potrebbe andare incontro chi sbarca nel territorio italiano, a prescindere dal motivo del viaggio, che sia di vacanza o di lavoro.

Ti potrebbe interessare anche -> Ambasciatore italiano morto, parla la moglie: “Qualcuno di molto vicino lo ha tradito”

Il travel advisory dell’ambasciata Usa sui viaggi in Italia

Quello dell’ambasciata americana non è comunque un divieto, ma un consiglio. Nel comunicato si legge che i Centers for Disease Control and Prevention, l’organismo di controllo della sanità pubblica degli Stati Uniti, hanno emesso un avviso sanitario di livello 4 per l’Italia a causa della pandemia, che indica una situazione molto alta di contagi da Covid-19 nel nostro Paese. L’ambasciata ha anche ricordato che l’ingresso dei cittadini statunitensi è tutt’ora regolato da alcune restrizioni.

Ti potrebbe interessare anche -> Italia: il Covid è la seconda causa di morte dopo i tumori

Nello stesso travel advisory viene sottolineata inoltre un’ulteriore questione legata alla salvaguardia dei connazionali. “L’Italia ha un rischio di vecchia data rappresentato da gruppi terroristici – si legge nel comunicato – che continuano a tramare possibili attacchi nel Paese”. Secondo quanto reso noto dall’ambasciata Usa, i terroristi potrebbero “prendere di mira località turistiche, snodi di trasporto, centri commerciali, strutture del governo locale, hotel, club, ristoranti, luoghi di culto, parchi, grandi eventi sportivi e culturali, istituzioni educative, aeroporti e altro aree pubbliche”.